Europe Energy, Ballarin: «2021 anno di grandi sfide»

Europe Energy, fondata nel 2007, nasce come operatore di vendita di energia elettrica e gas. Dal 2019 con il brand WITHU opera anche nell'ambito di telefonia mobile e connessione internet. A raccontare sponsorizzazioni sportive e progetti futuri il presidente Matteo Ballarin.

Fondata nel 2007, Europe Energy, operatore di vendita di energia elettrica e gas e da un paio d’anni anche di telefonia mobile e connessione internet, è – secondo le parole del presidente e fondatore Matteo Ballarin – «qualcosa di particolare nel panorama energetico italiano. Fino dagli albori, tenendo fede al nostro nome, abbiamo puntato tantissimo sull’internazionalizzazione». Oggi Europe Energy è attiva nel commercio di energia elettrica in più di 20 paesi, con clienti finali non solo in Italia ma anche in Romania, in Slovenia, in Serbia (dove sono il secondo operatore del mercato) e in Macedonia (dove invece sono il terzo).

Precisa Ballarin: «Un team giovane che ha fatto dell’entusiasmo e della voglia di fare un proprio DNA, che ci ha portato a crescer sempre di più. A oggi son circa 110mila i clienti che ci hanno scelto in Italia, mentre ne abbiamo 20mila in Romania e qualche migliaio in Slovenia».

Leggi anche WITHU, Ballarin: «Abbracciamo tutti i bisogni del cliente»

Tra le attività che hanno permesso la crescita del brand e della sua visibilità si collocano sicuramente le sponsorizzazioni sportive: «Ci divertiamo a girare il mondo con la MotoGP, visto che siamo sponsor del team Petronas ma anche di SkyVR46. Siamo grandi tifosi e supporter di Riccardo Scandola, il nostro rallysta di casa, con il quale quest’anno abbiamo partecipato a varie attività nel mondiale e che proprio questa settimana sta gareggiando in quel di Monza, insieme a una guest star, Franco Morbidelli, il nostro pilota in Moto GP, che è arrivato secondo nel mondiale». Anche Morbidelli parteciperà al rally guidando una Hyundai targata WITHU, il brand del Gruppo Europe Energy lanciato nel 2019.

Tra i tanti settori colpiti dalla pandemia in corso, dichiara il presidente Ballarin, «siamo stati colpiti in maniera molto più leggera di tanti altri settori. Tenendo conto che a Verona abbiamo circa 80 dipendenti provenienti da tutto il nord Italia, abbiamo attivato lo smart working per tutti quanti. Ma questo non ci ha bloccati nel business, anzi è stato un grande elemento di validazione delle nostre idee». Spiega Ballarin: «A fine 2019 avevamo lanciato un nuovo brand, WITHU, che voleva raggruppare in un unico operatore le quattro utilities essenziali di ogni famiglia: energia, gas, cellulare, connessione internet, avendo così un unico interlocutore, un unico conto che arriva a casa, un unico SDD che arriva in banca».

Leggi anche WITHU main sponsor dell’AC Monza

Un prodotto normalmente comunicato ai potenziali clienti attraverso reti di vendita, le cui attività sono state naturalmente bloccate con l’inizio della pandemia: «Abbiamo quindi iniziato a spingere molto sul mondo digitale, soprattutto con pubblicità televisiva. In questo modo era il cliente a conoscerci e cercarci, e questa strategia ha avuto un discreto successo: oggi circa metà delle nostre vendite provengono da clienti che cercano noi e non procacciati dai nostri venditori», conclude il presidente Ballarin.

Opportunità anche nelle difficoltà dunque, quelle che ha saputo cogliere Europe Energy. Che si orienta già alle imminenti festività e al 2021 con rinnovata voglia di fare: «Un grandissimo augurio di Buon Natale a tutti quanti, visto che stiamo accendo tutti i nostri alberi di Natale e se hanno l’energia di WITHU sono particolarmente belli».

«Il 2021 sarà per noi un anno di grandi sfide – spiega il presidente -: diventeremo anche operatori di telefonia fissa, con un prodotto che permetterà di portare il numero di casa sul cellulare, andando a disdire il canone Telecom, e inizieremo a fornire sistemi di sicurezza. Abbiamo in programma anche qualche idea innovativa, che arriverà probabilmente verso fine anno».

Novità in casa Europe Energy e qualche conferma anche per quanto riguarda le sponsorizzazioni: «In ambito sportivo sarà l’anno dei sogni per chiunque ama la Moto GP come noi: avremo Valentino Rossi nel nostro team e saremo sponsor anche del fratello Luca Marini, nel suo debutto sulla Ducati Moto GP. Speriamo di poter tornare a frequentare i palazzetti per la nostra squadra di basket a Bergamo, piuttosto che per il Monza calcio, e di continuare a seguire Scandola sulle strade d’Europa».

Leggi anche Morbidelli e Team Petronas, le scommesse del veronese Ballarin

«Come azienda puntiamo a crescere: gli utili sono in crescita anche quest’anno, nonostante la pandemia. Non ci accontentiamo, vogliamo ritagliarci un ruolo decisivo nel mercato nazionale», conclude Matteo Ballarin, presidente e fondatore di Europe Energy.