Hellas, bagno di umiltà con la Sampdoria

Nella dodicesima giornata di campionato di Serie A arriva la terza sconfitta stagionale per l'Hellas Verona, che perde 2-1 contro la Sampdoria. Gol al 41'pt con Ekdal e raddoppio 9'st con Verre. Accorcia Zaccagni su rigore al 25'st per i veronesi.

Dalla pagina facebook Hellas Verona.
New call-to-action

Finisce 2-1 per la Sampdoria la sfida infrasettimanale contro l’Hellas Verona al Bentegodi. Primo gol della Sampdoria al 41’pt con Ekdal e raddoppio 9’st con Verre. Accorcia Zaccagni su rigore al 25’st per i veronesi, che però non riescono a compiere la rimonta, nonostante una gara molto fisica e combattuta. Espulso nel finale Barak. Terza sconfitta per il Verona in dodici partite di campionato.

Una battuta di arresto che non preoccupa il tecnico Juric. «Ci può stare. Nelle ultime partite abbiamo fatto benissimo, cambiando tanto e adattandoci con successo a seconda delle situazioni. Oggi i ragazzi hanno dato tutto, ma non abbiamo visto il miglior Verona. Nel primo tempo ce la siamo giocata alla pari con la Sampdoria, mentre nella ripresa loro hanno prevalso».

«Ora servono lavoro, umiltà e concentrazione. Mi dispiace anche per l’episodio dell’espulsione di Baràk, perdiamo un giocatore importante» prosegue. «Dobbiamo ringraziare tutti i ragazzi, perché ultimamente hanno disputato partite memorabili, ma c’è ancora tanto da lavorare. A loro voglio dire di continuare a lavorare con umiltà e serenità, perché sono un’ottima squadra».

Le prossime sfide sono contro Fiorentina e Inter. «Lo spirito giusto, quello che ci ha portato fino a qui, non si deve mai perdere. Adesso prepariamo al meglio i prossimi incontri, mantenendo la serenità per proseguire al meglio sulla nostra strada».

La partita

La prima frazione vede il Verona proporre gioco con costanza, creando alcuni pericoli: tra le azioni importanti una solitaria di Barák al 35’, col ceco che trova il modo di sfondare centralmente saltando due avversari per poi trovare, in ultima istanza, l’intervento decisivo di Audero. La Sampdoria risponde sbloccando il risultato al 41’, grazie alla conclusione dal limite dell’area di Ekdal che si è infilata alla destra di Silvestri.

Nella ripresa la reazione dei gialloblù non si fa attendere, con Faraoni a sfiorare il pareggio al 9’ grazie ad un potente destro dal limite dell’area. Il raddoppio dei blucerchiati arriva un minuto più tardi, sfruttando al meglio un’azione di ripartenza finalizzata da Verre. Il Verona però non molla e poco dopo riapre la partita: al 14’, su inserimento in area di Rüegg, la trattenuta di Damsgaard porta Zaccagni sul dischetto: conclusione del numero 20 e terzo centro personale in stagione.

Gli ultimi minuti vedono lo stesso Zaccagni rendersi ancora pericoloso e i gialloblù lottare su ogni pallone, ma il gol del pareggio non arriva, con l’Hellas che nei secondi finali di gara resta in dieci per l’espulsione di Barák.

Prossima partita sabato 19 dicembre alle 15 allo stadio Artemio Franchi contro la Fiorentina.

LEGGI ANCHE Spal-Chievo: pareggio amaro per i clivensi

Tabellini

HELLAS VERONA-SAMPDORIA 1-2
Marcatori: 41′ pt Ekdal (0-1), 9′ st Verre (0-2), 25′ st Zaccagni (1-2)

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Faraoni, Dawidowicz (dal 43′ st Günter), Ceccherini (dal 38′ pt Lovato); Lazović (dal 17′ st Rüegg), Barák, Veloso (dal 17′ st Tameze), Dimarco; Salcedo, Zaccagni; Di Carmine (dal 17′ st Colley)
A disposizione: Berardi, Pandur, Udogie, Ilić, Çetin, Magnani, Danzi
All.: Ivan Jurić

SAMPDORIA (4-4-1-1): Audero; Ferrari, Tonelli, Colley, Augello; Jankto, Ekdal, Silva, Damsgaard; Verre; La Gumina
A disposizione: Ravaglia, Letica, Rocha, Ramírez, Askildsen, Regini, Yoshida, Léris, Quagliarella
All.: Claudio Ranieri

Arbitro: Riccardo Ros (Sez. AIA Pordenone)
Assistenti: Alessandro Giallatini (Sez. AIA Roma 2), Pietro Dei Giudici (Sez. AIA Latina)

NOTE. Ammonizioni: Verre, Tonelli, Faraoni, Damsgaard, Salcedo, Silva Espulsione: dal 49′ st Baràk