San Giovanni Lupatoto, Ericailcane e Bastardilla ricordano Carlo Zinelli con un murales

A cinquant'anni dalla scomparsa, il progetto culturale "Disegno, dunque sono" chiama a raccolta artisti internazionali del disegno per Carlo Zinelli nel suo paese natale, San Giovanni Lupatoto. Il primo evento è in programma questo sabato con l’inaugurazione del murales di Ericailcane e Bastardilla, proprio in piazza Zinelli.

Carlo Zinelli murales
Il murales di Ericailcane e Bastardilla in piazza Carlo Zinelli. Foto di Giacomo Albertini
New call-to-action

Per commemorare il cinquantesimo anniversario dalla scomparsa dell’artista Carlo Zinelli, la Fondazione Culturale Carlo Zinelli, con il sostegno del Comune di San Giovanni Lupatoto, invita artisti contemporanei di fama internazionale a riunirsi a San Giovanni Lupatoto per un progetto di disegno curato da Moduli D’Arte. Un ricco calendario di eventi si svolgerà lungo tutto il 2024, coinvolgendo artisti contemporanei del disegno, street artist, illustratori, musicisti e mini mostre delle opere dell’artista esposte nelle attività commerciali di San Giovanni Lupatoto e di Verona. Inoltre, dal 4 maggio al 28 luglio, le opere di Zinelli saranno esposte in una sezione dedicata alla IV Biennale Disegno Rimini.

LEGGI ANCHE: Parte lo sviluppo della Marangona: a breve l’accordo

Il progetto “Disegno, dunque sono”

Il progetto culturale “Disegno, dunque sono”, curato da Moduli D’Arte, trae ispirazione dall’espressione artistica di Zinelli, figura di spicco dell’Art Brut e artista di fama internazionale. Esso ruota attorno al concetto del segno come manifestazione dell’unicità dell’essere umano e come strumento di auto-conoscenza, particolarmente rilevante data l’attuale contesto post-pandemico con le sfide relazionali che le giovani generazioni devono affrontare. Il progetto propone il disegno come un mezzo virtuoso per la conoscenza personale e l’inclusione sociale sul territorio.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE SU EVENTI, CULTURA E SPETTACOLI

Il programma dell’inaugurazione

Sabato 20 aprile

  • Ore 11: inaugurazione del nuovo murales dedicato a Carlo Zinelli (Piazza Zinelli, San Giovanni Lupatoto) realizzato dagli artisti Ericailcane e Bastardilla, tra i protagonisti internazionali della street art.
  • Ore 16: conversazione con Andrea Losavio, uno dei curatori di Cantiere  Disegno, main section di Biennale Disegno Rimini al Teatro Astra, che analizzerà le motivazioni e il significato artistico della presenza di Carlo Zinelli alla IV Biennale Disegno Rimini. Entrata libera fino ad esaurimento posti.  
  • Ore 21: concerto al Teatro Astra del collettivo C+C=Maxigross che presenta al pubblico il nuovo disco “Nuova Era Oscura”, album di 14 canzoni che riproduce in copertina un’opera di Carlo Zinelli, portando avanti la riflessione sull’Arte come via salvifica per affrontare i mostri generati dal sonno della ragione. Entrata libera fino a esaurimento posti.
Street artist al lavoro in piazza Carlo Zinelli. Foto di Giacomo Albertini

Il murales in onore di Carlo Zinelli

Realizzato dagli artisti Ericailcane e Bastardilla, il murales vuole commemorare Carlo Zinelli non solo come artista, ma anche come individuo, prendendo ispirazione dalla sua breve ma impattante esperienza durante la guerra civile spagnola nel 1939, che lo ha lasciato con gravi disturbi psicologici. Ericailcane e Bastardilla invitano a riflettere sul fatto che le conseguenze della guerra non si esauriscono con la firma dei trattati di pace, ma continuano a influenzare la vita di coloro che l’hanno vissuta direttamente o indirettamente.

Nel murales sono presenti numerosi riferimenti alle opere di Zinelli, come il mulo, i “Pinocchi”, gli uccelli, i fori e le stelle alpine, oltre all’uso dei colori primari e alle silhouettes. La frase «Fine mondo», pronunciata da Carlo Zinelli in molte conversazioni registrate dallo psichiatra Vittorino Andreoli presso il manicomio di San Giacomo alla Tomba a Verona, viene poi anche menzionata nel murales.

Ericailcane e Bastardilla raffigurano la guerra come un grande Pinocchio il cui naso lungo e carico di bugie viene spezzato dai picchi, simboleggiando così la liberazione dalla follia, con la speranza nella saggezza della natura. Gli altri uccelli presenti nel murales rappresentano infine l’accompagnamento e il sostegno universale tra uomo e natura.

Le altre attività in programma

Nell’anno scolastico 2024-2025, inoltre, su iniziativa dell’assessora all’Istruzione Debora Lerin, saranno coinvolte in progetti didattici dedicati le scuole primarie e secondarie di primo grado del territorio, mentre sono previste anche tre esposizioni con opere di Carlo Zinelli: dal 10 maggio al 15 giugno da Artep Italia (Verona), e in due sedi a San Giovanni Lupatoto, dal 21 giugno al 27 luglio da Selezione Arredamenti, e dal 27 settembre al 25 ottobre da Arredoluce.

I commenti

«Disegno, dunque sono – spiega Lorenza Roverato, socia fondatrice di Moduli D’Arte – è stato definito pensando alla pratica pittorica di Carlo Zinelli, che ritrovava attraverso il segno una connessione con la vita, con una pennellata che è essa stessa disegno. Per questo, le opere di Carlo entrano a pieno titolo nel catalogo della Biennale Disegno Rimini 2024. Il progetto si svolgerà nel biennio 2025-2026 con eventi in fase di calendarizzazione che tenderanno ad un evento artistico finale dal respiro nazionale e riassuntivo del progetto».

«Siamo molto felici – afferma Simone Zinelli, presidente della Fondazione Culturale Carlo Zinelli – che la conoscenza di Carlo Zinelli sia sempre più diffusa e che trovi una forte connessione con il tempo presente. L’obiettivo primario di tutte le azioni messe in campo con il progetto Disegno, dunque sono è di dare concretezza agli accordi per la realizzazione di uno spazio espositivo permanente dedicato alle opere di Carlo Zinelli».

«Carlo Zinelli rappresenta una pietra miliare del nostro territorio dal punto di vista culturale. Si tratta di una figura trascinante – dichiara il sindaco di San Giovanni Lupatoto Attilio Gastaldello – che supera i confini provinciali, regionali e nazionali e si proietta su scala mondiale. Sarà una presenza trasversale che toccherà tutte le manifestazioni culturali organizzate dal Comune e dalle scuole lupatotine. Le opere di Zinelli sono inoltre un simbolo ante litteram di inclusività, oltre che espressione di una forza interiore dirompente. Il prossimo obiettivo dell’Amministrazione è dare una “casa” alla Fondazione Culturale Carlo Zinelli: pensiamo all’attuale Centro Culturale, con una mostra permanente e un centro studi dedicato a Carlo Zinelli, alla sua vita e alle sue opere».

LEGGI ANCHE: Arresto cardiaco in strada a Verona: rianimato con il 118 al telefono

Ricevi (gratis) il Verona Eventi

Scopri tutti gli eventi e spettacoli della settimana a Verona e provincia!
Esce il mercoledì

CLICCA QUI PER RICEVERLO GRATUITAMENTE!