InChiostro Vivo, musica, danza e teatro nel Chiostro di Sant’Eufemia

Dal 1° al 30 giugno eventi di teatro, musica e danza, con la quarta edizione del Festival InChiostroVivo. La manifestazione è promossa da A.Li.VE. - Accademia Lirica Verona in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche giovanili del Comune e AGSM AIM.

Dal 1° al 30 giugno eventi di teatro, musica e danza, con la quarta edizione del Festival InChiostroVivo. La rassegna debutta, dall’1° al 3 giugno, alle ore 20.15, in via eccezionale nella splendida cornice di Villa Buri, con una nuova produzione teatrale realizzata in collaborazione con l’associazione Ad Punctum. Dal 5 al 30 giugno, invece, gli eventi si svolgeranno, alle ore 21.15, nel Chiostro di Sant’Eufemia.

Evento speciale di questa edizione, il concerto dedicato al repertorio giovanile di Giorgio Gaber, realizzato in collaborazione con la Fondazione Gaber, il 6 giugno e in replica il 9 giugno, nel Chiostro di Sant’Eufemia. La manifestazione è promossa da A.Li.VE. – Accademia Lirica Verona in collaborazione con l’Assessorato alle Politiche giovanili del Comune e AGSM AIM.

LEGGI ANCHE Ripartono le visite guidate in città. Tour speciale delle Mura al tramonto

Anche quest’anno il Festival propone un ricco programma di eventi di musica, teatro di prosa e, nell’ambito dell’Estate Teatrale Veronese, anche danza. Tra i protagonisti della manifestazione i giovani coristi, solisti e allievi dell’Accademia Lirica Verona.

«Investire sui giovani che si avvicinano all’arte – precisa alle Politiche giovanili Francesca Briani – è un valore fondamentale per una comunità e di particolare importanza per l’Amministrazione comunale. In quest’anno così particolare abbiamo inserito il programma di InChiostroVivo in un quadro di sistema, che cerca di volgere lo sguardo verso le più diverse categorie e forme artistiche, con grande attenzione alle nuove generazioni, alle pari opportunità e alle realtà veronesi».

Teatro

Nelle serate di martedì 1, mercoledì 2 e giovedì 3 giugno, a Villa Buri e con inizio alle 20.15, va in scena lo spettacolo La donna Serpente di Carlo Gozzi, su adattamento e regia di Liyu Jin. Lo spettacolo, una nuova produzione teatrale realizzata in collaborazione con l’associazione Ad Punctum, inaugura un progetto a lungo termine di approfondimento e valorizzazione delle opere di Carlo Gozzi.

Proseguendo con il teatro di prosa, in scena due spettacoli inseriti anche come “eventi ospiti” nella programmazione dell’Estate Teatrale Veronese. Lunedì 7 e martedì 8 giugno alle 21.15 nel Chiostro di Sant’Eufemia, Una mosca su Amleto, di e con Edoardo Ribatto. Mercoledì 16 giugno, unica replica per ‘U Parrinu – La mia storia con Padre Pino Puglisi ucciso dalla mafia’, di e con Christian Di Domenico.

Musica

Il primo evento nell’ambito della musica è sabato 5 giugno. Il concerto ‘Sono schiavo del Brasile’ con un ensemble di chitarre delle scuole medie a indirizzo musicale di Selvazzano Dentro e Pesaro, su musiche di H. Villa-Lobos e J. S. Bach è un incontro con la musica di Heitor Villa-Lobos, il più importante compositore latino-americano del Novecento. Maestro preparatore Alessandro Borin.

Domenica 6 giugno e in replica mercoledì 9, il concerto Giovane Giorgio Gaber dedicato al repertorio dei primi anni di carriera del cantautore e realizzato in collaborazione con la Fondazione Gaber. Nel pomeriggio di domenica 6 giugno alle 18, il presidente della Fondazione Gaber Paolo Dal Bon, ospite speciale di questa edizione del Festival, condurrà un salotto tematico dedicato al grande autore milanese.

Si prosegue con il concerto per quintetto di fiati Fiori d’Abruzzo, in programma il 10 giugno. Otto divertimenti su musiche di Antonio Di Jorio, trascritti da Concezio Leonzi. La sera successiva, 11 giugno, ci sarà invece un concerto con ensemble di trombe del Conservatorio “Gaetano Donizetti” di Bergamo, su musiche di Bach, Vivaldi, Verdi, Britten, Hubeau, Joplin e diretto dal maestro Massimo Longhi.

Lunedì 14 giugno la serata musicale è dedicata alla chitarra con il concerto La chitarra nel XXI secolo a cura dei giovani musicisti dell’ensemble Verona Guitar Quartet del Conservatorio Statale di Verona, guidati dalla loro insegnante, la maestra Alessandra Lucchi.

Sabato 12 e domenica 13 giugno, il Coro voci bianche di A.LI.VE. si esibisce in un programma interamente dedicato alla musica del ‘900, con l’esecuzione di ‘Sei cori op. 15’ di Sergei Rachmaninoff e di brani di Teresa Procaccini tratti da Antologia Rodari. Martedì 15 è la volta del concerto di canzoni napoletane ‘Canta Napoli a Verona’. La sezione musicale si conclude il 18 e 19 giugno con il ‘Festino nella sera del Giovedì Grasso di Adriano Banchieri’.

Danza

A chiudere la rassegna sono le quattro serate di ‘Danza al Chiostro’ nell’ambito dell’Estate Teatrale Veronese, il 27, 28, 29 e 30 giugno.

Nel rispetto delle normative vigenti per il contenimento della diffusione della pandemia l’accesso agli spettacoli sarà consentito a un massimo di 99 spettatori. L’ingresso è consentito su prenotazione da effettuare tramite e-mail all’indirizzo segreteria@alivemusica.it indicando nome, cognome e numero di telefono di ogni spettatore per cui si desidera effettuare la prenotazione, fino ad esaurimento posti disponibili.

L’accesso agli eventi sarà possibile a partire da 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo per consentire lo svolgimento delle procedure di accoglienza previste dai protocolli di sicurezza. Tutti gli spettacoli in scena nel Chiostro di Sant’Eufemia iniziano alle ore 21.15.

Il calendario completo del Festival, con tutte le informazioni relative agli eventi e ai costi dei biglietti, sono disponibili anche sul sito internet di A.LI.VE. – www.alivemusica.it. Informazioni anche sul sito www.politichegiovanili.comune.verona.it.

Sfoglia Pantheon

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM