Falavigna: «Mi piace mettermi a disposizione e risolvere problemi»

35 anni, imprenditore impegnato nel settore delle amministrazioni condominiali, Marco Falavigna è co-fondatore di Verona Domani ed è già stato presidente della Settima Circoscrizione. «Paragono il mio lavoro alla politica. Nel primo caso mi chiamano per risolvere piccoli grandi disguidi nel condominio, ed è così anche nel secondo caso, nel quartiere. Alla fine è questo che chiede la gente: attenzione al particolare».

Marco Falavigna
Marco Falavigna

Marco Falavigna, candidato per Verona Domani, racconta ai nostri microfoni la sua vocazione per la politica, che fonda le sue radici ancora alle scuole superiori.

35 anni, imprenditore nell’ambito delle amministrazioni comunali, già presidente della 7^ Circoscrizione… Si è avvicinato alla politica grazie all’amicizia con Matteo Gasparato, giusto?

Esattamente. Era il 2007 ed era l’ultimo anno delle superiori; Matteo era consigliere di circoscrizione uscente e ho voluto iniziare quest’avventura anch’io. Da allora sono passati 15 anni e ora è il mio momento di impegnarmi e scendere in campo in Comune.

Leggi anche: San Michele Extra, Marco Falavigna: «Un quartiere con molta storia»

Come si trova il tempo di fare politica a 18-19 anni?

Ero anche rappresentante d’istituto, e alle elezioni scolastiche ero arrivato prima. La passione quindi c’è sempre stata. Mi piace essere disponibile per la gente e aiutare a risolvere anche la più piccola problematica che mi viene posta. Quando si ha la passione si trova anche il tempo, quindi.

Lei è un amministratore condominiale, quindi di varietà ne vede parecchia e di mediazione se ne intende, immagino…

Direi proprio di sì. Paragono spesso la politica, scherzosamente, all’amministrazione di un condominio. Alla fine perché mi chiamano spesso in condominio? Perché ci sono problemi all’interno dell’edificio da risolvere. E non è quello che fa anche il politico?

È stato presidente per tanti anni della 7^ Circoscrizione, un territorio molto ampio e in cui ha potuto testare queste sue capacità…

Sono stato molto soddisfatto del mio operato da presidente, mi è dispiaciuto non riuscire a terminare il mio mandato. In questi quattro anni abbiamo fatto notevoli lavori, ne cito solo alcuni. Dopo 13 anni siamo riusciti ad avviare i lavori della pista ciclabile che collega San Michele allo stabilimento Aia. I cantieri ora sono fermi, perché la seconda parte dei lavori spetta ad Aia, ma so che inizieranno a breve. Abbiamo avviato poi il cantiere per il centro sportivo a Porto San Pancrazio, il cantiere in Via Cernisone e il pozzo perdente al mercato di Piazza Madonna di Campagna, realizzato in collaborazione con Acque Veronesi. Ma sono tanti i lavori che abbiamo fatto e ne faremo tanti altri. I cittadini, soprattutto nei quartieri, chiedono risposte concrete e relative alla quotidianità.

Verona Domani è cresciuta molto negli ultimi tempi, e il 12 giugno correrete come lista autonoma a supporto di Federico Sboarina. Si ritrova in questa sigla, “Verona Domani”?

Assolutamente sì. Voglio sottolineare che sono i tra i cinque firmatari dell’atto costitutivo di Verona Domani. È una lista che ha ottenuto un ottimo risultato nel 2017 e riponiamo tutta la nostra fiducia in Sboarina. Ci presenteremo da soli, quest’anno, in tutte le Circoscrizioni. È una nuova sfida, ma sappiamo che non sarà un salto nel vuoto. Abbiamo i numeri, Gasparato è una mente brillante che è riuscita a creare da un movimento civico quasi un partito.

Sarà comunque una gara elettorale entusiasmante, i pesi in gioco sono rilevanti su tutti i fronti. Voi sarete al fianco di Sboarina, convinti di sostenerlo?

Siamo convintissimi. Questi cinque anni di mandato penso siano stati il mandato più difficile che Verona, ma l’Italia in generale, ha vissuto dopo il dopoguerra. Un sindaco ha solo cinque anni per migliorare una città, e gli ultimi due anni e mezzo le entrate sono state decimate, e le amministrazioni hanno dovuto affrontare una serie di emergenze a cui nessuno era preparato. Sboarina a metà del suo mandato si è trovato quindi a dover sistemare diverse problematiche, in primis il sociale. Il sindaco merita la nostra fiducia, per avere altri cinque anni di progetti e completare quello che già è stato iniziato.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv