Borgo Frugose e Aia saranno collegati da una pista ciclabile

Lavori in corso sotto il raccordo autostradale che separa Borgo Frugose dall’azienda Aia. Le ruspe sono in attività per la realizzazione del nuovo collegamento ciclopedonale che permetterà di bypassare la rotonda di via Unità d’Italia.

ciclabile borgo frugose
Sopralluogo in via Marotto. 1 febbraio 2021

Sono in corso i lavori per la realizzazione di una pista ciclabile che collegherà l’area di Borgo Frugose all’azienda Aia. Più sicurezza quindi, sia per gli utenti della strada che per i fruitori della pista, il sottopasso adiacente a via Marotto, infatti, sarà sorvegliato 24 ore su 24 dalle telecamere.

Un passaggio atteso da tempo, soprattutto dai lavoratori che si spostano in biciletta. Ecco perché l’Amministrazione comunale, nonostante la pertinenza sia frazionata, ha deciso di stringere i tempi. Era da circa 13 anni, infatti, che si parlava dell’opera. Ora, dopo l’accordo con il Ministero delle Infrastrutture e Trasporti e l’Autostrada A4, che hanno la competenza sul sottopasso, è stato possibile iniziare i lavori.
 

Il Comune si occuperà del tratto che va da via Marotto a dopo la galleria, circa 300 metri lungo i quali, però, dovranno passare anche i sottoservizi che serviranno l’attiguo campo base della Tav. Intervento per il quale sono stati stanziati 100 mila euro e che dovrebbe concludersi nell’arco di 3 mesi. Sono previsti la riduzione della pendenza del tracciato, previa posa di canalizzazioni interrate e pozzi per lo smaltimento delle acque meteoriche; l’estensione dell’impianto di illuminazione pubblica; l’installazione di pannelli luminosi e di segnaletica verticale e orizzontale. Il restante chilometro è di competenza dell’Aia, che dovrà terminare i lavori fino al confine con San Martino Buon Albergo come opera compensativa prevista dal PUA della zona Agroindustriale in località “La Pellegrina”.
 

Il 1 febbraio il sindaco Federico Sboarina e l’assessore alle Strade Marco Padovani hanno verificato di persona la prosecuzione del cantiere. Sono già stati sistemati i pendii ed effettuata la bonifica di tutto il ‘canale’. Seguirà a breve un incontro tra i tecnici comunali e quelli di Aia per definire la conclusione dell’opera il prima possibile. Erano presenti anche il presidente della Settima Circoscrizione Marco Falavigna e i consiglieri comunali Daniele Perbellini e Marco Zandomeneghi.
 

«Si tratta di un’opera lunga poco più di un chilometro ma strategica per mettere in sicurezza i lavoratori dell’Aia, o chi vuole raggiungere lo spaccio da San Michele extra in bicicletta – ha detto il sindaco -. Un lavoro di cui si parla da tanto tempo, che avrebbe dovuto essere stato realizzato quando è stata fatta la rotonda su via Unità d’Italia, pensata esclusivamente per il transito delle auto. Per questo l’avevamo inserito subito tra le nostre priorità, le diverse competenze hanno allungato l’iter, ma a breve sarà pronto».
 

«Gli operai sono all’opera sul tratto di nostra competenza – ha aggiunto Padovani -. Ultimata la bonifica e la sistemazione della galleria, dovranno essere posati i sottoservizi. Dopodiché si procederà per concludere la ciclabile. Tra aprile e maggio il cantiere sarà ultimato, sono certo che Aia sarà altrettanto celere nel portare avanti i lavori sul restante chilometro, affinchè i lavoratori non debbano aspettare oltre».