In Veneto torna la zona gialla, ma resta alta l’attenzione

Tra raccomandazioni del Presidente e attenzione ai ricoveri negli ospedali, domani il Veneto torna in zona gialla. Ma è ancora lunga la strada per uscire dal tunnel della crisi sanitaria.

piazza bra veneto zona gialla
Foto d'archivio. Piazza Bra

Domani il Veneto torna in zona gialla, e da giorni si parla di riaperture e stagione estiva. I ricoveri negli ospedali iniziano finalmente a calare, ma è ancora lunga la strada per uscire dal tunnel della crisi sanitaria.

Veneto in zona gialla, cosa si può fare

Si torna a scuola anche alle superiori, con il 70 per cento degli studenti in classe. Precedenza a prime e quinte, è stato concordato dagli uffici scolastici. Tutti in classe invece per i gradi di scuola inferiori. Per quanto riguarda i trasporti, l’Atv ha previsto di mettere in campo un potenziamento del servizio di trasporto. I mezzi possono infatti ospitare il 50% dei passeggeri rispetto all’omologazione.

Spostamenti. Dal 26 aprile saranno consentiti gli spostamenti tra regioni gialle, mentre chi è munito di certificazione verde (documento che attesti la vaccinazione anti Covid, la guarigione oppure un tampone negativo nelle ultime 48 ore) potrà spostarsi da una Regione all’altra anche se si tratta di zone rosse o arancioni. Restano permessi spostamenti per necessità.

Visite. Dal 26 aprile e fino al 15 giugno, in zona gialla e arancione, è possibile andare a trovare amici o parenti in una abitazione privata (diversa dalla propria) in massimo 4 persone (invece di 2).

Bar e ristoranti. Riaprono a pranzo e cena, ma all’aperto e seguendo i protocolli anti-Covid. Resta da rispettare il coprifuoco alle 22.

Cultura. Riaprono i musei e i teatri, cinema, sale da concerto. Obbligatorie prenotazioni e distanze, con capienza massima del 50%. Resta il limite di 500 persone al chiuso e mille all’aperto.

Sport di squadra. Tornano possibili sport di squadra e di contatto, ma all’aperto e senza l’uso degli spogliatoi.

Mascherine e distanziamenti. Rimangono gli obblighi distanziamento interpersonale e mascherine anche all’aperto, salvo minori di 6 anni e durante l’attività sportiva.

LEGGI ANCHE: Infortunio mortale sul lavoro a Montorio, deceduto un quarantenne

Zona gialla: le raccomandazioni di Zaia

«Domani sarà una giornata importante per il Veneto. Importante perché comincia un percorso – lo speriamo tutti – di graduale ritorno alla normalità. Importante perché, pur essendo il virus ancora fra noi (lo testimoniano 214 ricoverati in terapia intensiva con 1.345 ricoverati positivi nelle aree non critiche dei nostri ospedali), si avvia una fase di convivenza più stretta con il l’epidemia, a confronto con le restrizioni più forti che fino ad oggi hanno contrassegnato la nostra quotidianità.

Con queste parole il presidente Luca Zaia inizia la sua lettera ai cittadini e alle cittadine del Veneto, in vista delle nuove misure di riapertura.

«Il Coronavirus non può essere soltanto un problema di chi è in ospedale. Il coronavirus è un problema che riguarda tutti. Le belle giornate, il clima dolce e la primavera non possono farci dimenticare quanti malati ancora sono nelle stanze degli ospedali».

CLICCA QUI PER LEGGERE LA LETTERA DI ZAIA

Pazienti ricoverati positivi negli ospedali veronesi (periodo 1 marzo-25 aprile)

Negli ospedali veronesi questa mattina, secondo il bollettino della Regione Veneto, c’erano 315 pazienti positivi al coronavirus. Meno dei 466 di 20 giorni fa, ma ancora il 70% in più dei 185 del primo marzo.

Per quanto riguarda i soli pazienti in terapia intensiva (cliccare la voce corrispondente sul grafico seguente), erano solo 22 il primo marzo, 65 il 5 e il 12 aprile, 50 questa mattina.

Pazienti positivi in area non critica e in terapia intensiva negli ospedali veronesi (periodo 1 marzo-25 aprile)

LEGGI ANCHE: Centro Vaccinale di Bosco Chiesanuova, ieri il sopralluogo

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv