Cantieri filobus: trovata una bomba inesplosa

Pochi giorni fa il Comune di Verona e Amt avevano annunciato la ripresa dei lavori nei cantieri per la filovia, ma in via Città di Nimes oggi è stato rinvenuto un ordigno bellico.

Cantiere filobus filovia via Città di Nimes
I cantieri di via Città di Nimes il 17 marzo, quando si fermarono a causa dell'emergenza Coronavirus

Trovata nei cantieri per il filobus una bomba inesplosa. Pochi giorni fa il Comune di Verona e Amt avevano annunciato la ripresa dei lavori nei cantieri per la filovia, ma in via Città di Nimes oggi è stato rinvenuto un ordigno bellico.

La bomba, di circa 250 libbre, sembra risalire alla seconda guerra mondiale. A seguito dell’intervento immediato degli artificieri della Polizia di Stato, l’ordigno è stato messo in sicurezza e l’area interdetta e vigilata.

LEGGI ANCHE: Covid hotel? Sì, ma a pagamento

La bomba è interrata con la protezione di casseri, lo scavo è stato ricoperto e delimitato da una doppia recinzione, la prima alta un metro e la seconda di due metri. All’esterno anche i cartelli con il divieto di accesso e di pericolo.

Secondo le procedure saranno gli artificieri dell’Esercito, attivati dalla Prefettura, a effettuare tutte le verifiche per determinare lo stato di conservazione della bomba. Dopodiché si stabiliranno tempi e modalità per la rimozione e il brillamento dell’ordigno.

LEGGI ANCHE: Vaccino Covid in Veneto: somministrate quasi 200mila dosi