Da Marcato a Da Re: i lamenti della Lega in Veneto

I malumori nella Lega veneta sono sempre più rumorosi. L'europarlamentare Da Re chiede esplicitamente le dimissioni di Salvini, mentre Marcato parla di «cronaca di un disastro annunciato».

Roberto Marcato, Gianantonio Da Re
I leghisti Roberto Marcato e Gianantonio Da Re

In Veneto la Lega è stata doppiata da Fratelli d’Italia, nel Veronese quasi triplicata. I malumori della Liga Veneta nei confronti della Lega Lombarda e nazionale, impersonata dal segretario Matteo Salvini, non sono nuovi.

Già durante la campagna elettorale le voci di dissenso – un po’ sommesse – si erano fatte sentire. Oggi non c’è spazio ai distinguo. Lo storico leghista trevigiano Gianantonio Da Re, oggi europarlamentare, ha chiesto apertamente le dimissioni di Matteo Salvini. «Sbagliato tutto dal Papeete in poi. Questa disfatta ha un nome e un cognome: Matteo Salvini» ha detto al Mattino di Padova.

LEGGI ANCHE: Morte Rebellin, Bartoletti: «Davide come Michele. Come troppi altri!»

Anche l’assessore regionale del Veneto Roberto Marcato si fa sentire. Questa mattina ha pubblicato sui social un post tanto lapidario quanto esplicito: «26/09/22 cronaca di un disastro annunciato».

LEGGI ANCHE: Cassani ricorda Rebellin: «Era la passione per il ciclismo fatta persona»

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv