Covid, Zaia: «Natale? Prima rispetto per i lavoratori della sanità»

«C’è un dogma in Veneto: prima viene la salute», ha detto Zaia a "Che tempo che fa". Europa Verde ribatte: «Perché non così con i Pfas?».

Luca Zaia da Fabio Fazio a Che tempo che fa
Luca Zaia con Fabio Fazio a Che tempo che fa

«Proporrei prima di avere rispetto per i lavoratori della sanità, visto che non potranno spostarsi per stare al lavoro: da qui a Natale c’è un’era glaciale». Lo ha detto ieri sera il Presidente del Veneto Luca Zaia durante la trasmissione “Che tempo che fa” parlando delle festività di fine anno.

«Il Natale per me sarà in famiglia, ristretto – ha aggiunto – non certo fatto di veglioni e di piazze riempite». Il governatore veneto ha poi ricordato che le sue ultime ordinanze sono state fatte soprattutto per scoraggiare gli assembramenti.

«Io ho emesso delle ordinanze di auto-restrizione regionale per scoraggiare gli assembramenti», ha detto. «Se non si controllano i contagi questi continueranno a crescere». (Ansa)

GUARDA L’INTERVISTA al dottor Pomari: «Non siamo ancora in grado di contingentarci»

Sempre durante il collegamento a “Che tempo che fa” Zaia ha risposto così a una domanda del conduttore Fabio Fazio sulla possibilità di andare a sciare: «C’è un dogma in Veneto: prima viene la salute».

Da questa risposta nasce una critica di Europa Verde Veneto, con la consigliera regionale Cristina Guarda: «Perché non chiedere quindi a Zaia per quale motivo lo stesso dogma non sia valso per le centinaia di migliaia persone inquinate dai Pfas? Perché per anni si è continuato ad ostracizzare i cittadini che denunciavano il rischio sanitario derivante dall’inquinamento da Pfas? E perché oggi le segnalazioni delle famiglie della Vallugana con basso ossigeno nel sangue e alluminio nei capelli, rischiano di non avere l’attenzione che meritano?».

GUARDA L’INTERVISTA: Piste da sci chiuse, Minella (ANEF Veneto): «Perdite enormi, servono ristori dal Governo»

Continua la consigliera Guarda: «A giorni, nel bilancio regionale in discussione, come Europa Verde, proporrò la destinazione di fondi su questi temi, una vera occasione per valutare se quel “In Veneto prima viene la salute” corrisponda effettivamente ai fatti».

LEGGI LE ULTIME NEWS