Caso Agsm Aim, anche per Azione Verona Casali si deve dimettere

Dopo le dichiarazioni del presidente Casali di ieri, anche Azione si inserisce nel dibattito politico sulle vicende di Agsm Aim.

Agsm Aim
La sede di Agsm Aim in lungadige Galtarossa a Verona

È ormai sfida aperta fra il Comune di Verona e il presidente di Agsm Aim Stefano Casali, che ieri sera ha ribadito le proprie ragioni all’esito della riunione del cda.

Sul tema interviene anche l’esecutivo di Azione Verona: «La vicenda Agsm Aim sta dimostrando come negli anni passati una certa politica veronese abbia gestito le partecipate del Comune di Verona».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Azione alle ultime amministrative ha sostenuto Damiano Tommasi, ma non ha visto alcun consigliere eletto e oggi è quindi esterna al consiglio comunale di Verona. «Sono state trattate alla stregua di feudi di potere, poltronifici per garantire uno stipendio a politici di varia estrazione invece che come Asset Strategico da valorizzare e sviluppare per accrescere il patrimonio dei cittadini veronesi (e sì, perchè sono dei cittadini veronesi, create grazie al pagamento delle loro tasse) o anche infine come fondo cassa per sponsorizzare sagre ed eventi elettorali. Agsm Aim non fa eccezione, infatti ora si trova nel mezzo di una vicenda kafkiana che non accenna a spegnersi» dicono da Azione Verona.

LEGGI ANCHE: Agsm Aim, il Comune ha aperto il bando per due membri del cda

«Abbiamo già avuto modo di dire come la vicenda Compago sia indegna di una società così importante: mancanza di comunicazione tra CDA e Amministratore Delegato, tra CDA e Collegio dei Revisori, disallineamento tra Holding e società operativa (AGSM Energia) e, ancora più grave (se possibile…), totale mancanza di rendicontazione e trasparenza verso l’azionista di riferimento (ovvero il sindaco)».

«La richiesta di dimissioni appare non solo necessaria, ma doverosa, per ripristinare quella trasparenza e fiducia, tra amministrazione e società partecipate, che è condizione essenziale per una buona gestione del patrimonio cittadino. Agsm Aim e soprattutto Verona, meritano di meglio» concludono da Azione Verona, sostenendo quindi le ragioni del sindaco Tommasi, che negli scorsi giorni ha appunto chiesto le dimissioni del presidente di Agsm Aim Casali e della consigliera Francesca Vanzo.

LEGGI ANCHE: Prostituzione: un locale sequestrato a Verona e due uomini ai domiciliari

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM