Caduta frammenti in piazza Erbe. Iniziate le verifiche alla Torre dei Lamberti

I piccoli frammenti che nel pomeriggio di sabato sono caduti in piazza Erbe, a pochi metri dal Toloneo, è verosimile che non si siano staccati dalla Torre dei Lamberti, ma provengano invece dalle coperture del palazzo che affaccia sulla piazza. Tuttavia l'Amministrazione ha disposto una serie di verifiche e accertamenti di carattere straordinario cominciati stamattina.

L'assessore Zanotto durante il sopralluogo

La Torre dei Lamberti è in buona salute, fresca di un importante lavoro di manutenzione terminato nei primi mesi del 2020. E’ verosimile quindi che i piccoli frammenti che nel pomeriggio di sabato sono caduti in piazza Erbe, a pochi metri dal Toloneo, non si siano staccati dalla Torre, ma provengano dalle coperture del palazzo che affaccia sulla piazza. 

Tuttavia, per garantire massima sicurezza ai cittadini e tutelare il patrimonio monumentale veronese l’Amministrazione ha immediatamente disposto una serie di verifiche e accertamenti di carattere straordinario, per identificare con certezza non solo il punto del distacco ma anche per accertarne le cause. Le operazioni sono iniziate questa mattina presto.

Sul posto gli operatori di Agec, a cui il Comune ha affidato la manutenzione ordinaria della Torre dei Lamberti. Muratori acrobati qualificati, in grado di svolgere moltissimi interventi edili senza l’uso di ponteggi, che già stamattina sono saliti sulla Torre per calarsi giù supportati dalle imbragature ed analizzare il monumento centimetro per centimetro. Per poi passare a perlustrare il tetto di tutto l’edificio, sia quello copre il Palazzo della Ragione che l’edificio ad uso abitativo con facciata su piazza Erbe

LEGGI ANCHE Alta velocità Verona-Padova, Boschetto: «Terminare è prioritario»

Gli accertamenti dureranno qualche giorno, necessari per produrre il materiale fotografico e la documentazione delle verifiche in quota e fornire tutti gli elementi utili a risolvere eventuali situazioni di rischio. Le prime informazioni in possesso indicano come più probabile l’ipotesi che i cocci provengano dalla copertura, un frammento di tegola che è caduto dal tetto o dal canale di gronda. 

Nonostante la situazione climatica sia stabile da qualche giorno, il vento moderato che ha caratterizzato il meteo nel weekend potrebbe aver influito su quanto accaduto. L’area in cui è avvenuta la caduta è stata subito transennata e inibita al passaggio. In sopralluogo si è recato questa mattina l’assessore ai Lavori pubblici Luca Zanotto, insieme ai tecnici di Agec ed ai muratori acrobatici pronti ad entrare in azione

«La Torre dei Lamberti è stata oggetto di un recente lavoro di mappatura che ha certificato il buono stato di conservazione del monumento» spiega Zanotto. «Nonostante ciò, oggi diamo il via ad un ulteriore intervento di verifica e approfondimento perché la sicurezza dei cittadini ha la priorità su tutto. I muratori acrobatici sono già all’opera, se c’è qualche punto debole lo sapremo con certezza nei prossimi giorni e interverremo subito. Non escludo che i frammenti siano rovinati a terra dal tetto, ci sono tegole vecchie e alcune rotte. Verificheremo anche questa situazione».

LEGGI ANCHE: Nuovo sistema di prenotazione vaccini Covid a Verona

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM