Baby gang, Simeoni: «Episodi sporadici, Verona è sicura»

In merito agli episodi di aggressione avvenuti nella nostra città nelle ultime settimane da parte di baby gang, è intervenuto ai nostri microfoni Roberto Simeoni, presidente della Commissione Consigliare Prima.

Il tema del giorno è la sicurezza a Verona, alla luce delle aggressioni delle baby gang in centro e in Borgo Trento avvenute nelle scorse settimane. L’ultimo episodio è stata la violenza a Borgo Trento nei confronti del proprietario di un bar, che aveva chiesto ai criminali di spostare la bicicletta dall’ingresso, e il tentativo di scassinare una serranda di un’edicola. Per parlarne abbiamo intervistato Roberto Simeoni, presidente della Commissione Consigliare Prima.

Leggi anche: Sicurezza in città, Dalle Pezze: «Serve attivare il “Controllo di vicinato”»

Verona è sempre stata considerata una città sicura ma alcuni episodi hanno destabilizzato la popolazione. Cosa pensa che abbia innescato questa serie di violenze?

Verona è una città sicura, al di là dei fatti che possono succedere. La Polizia locale è molto presente sul territorio. Questi ragazzi hanno una situazione sociale ed economica difficile, con la pandemia sono messi ulteriormente a dura prova e per sfogarsi compiono determinati gesti e si aggregano in baby gang. Si spera che anche le famiglie possano intervenire. Le forze dell’ordine e lo stesso Sindaco, molto presente sul territorio, cercano di dare il massimo per la sicurezza del territorio.

Quali sono le soluzioni per rendere ancora più sicura la città?

Tanti cittadini chiedono le telecamere, che però hanno un costo e non si possono mettere in tutta la città. Chi ha delle attività può fare delle segnalazioni con il servizio di posta elettronica che il Comune ha messo a disposizione. Io suggerisco delle bodycam per le nostre forze dell’ordine per poter venire tutelati.

Oltre alle telecamere e le bodycam, cede che andrebbe implementato il numero di agenti sul territorio?

Se Verona fosse una città metropolitana avremmo molte più risorse, chiaramente. Ciò non toglie che la presenza degli agenti è forte, posso confermarlo. Non sono un grande numero ma si fa sempre fede alle segnalazioni dei cittadini. Le forze dell’ordine e la polizia locale intervengono sempre tempestivamente.

Verona può essere considerata dunque una città sicura?

Sì, quelli delle ultime settimane sono stati episodi sporadici, che purtroppo avvengono in tutte le città. La polizia locale e le forze dell’ordine sono molto attente sul territorio e noi come cittadini possiamo segnalare ogni episodio. Abbiamo un Sindaco e un Assessore altrettanto attenti alla comunicazione con le forze dell’ordine e con i cittadini. La nostra è una città sicura. I ragazzi responsabili di questi episodi sono stati individuati e fermati dalla polizia.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv