Industria, Coldiretti: l’alimentare è in controtendenza, al +5,5%

industria export commercio estero alimentare

Mentre l’industria italiana frena, l’agroalimentare regge bene.

In forte controtendenza rispetto all’andamento generale, l’alimentare fa segnare un forte balzo del 5,5% del fatturato, secondo in crescita solo a computer e elettronica, che attenua il flop registrato dall’industria in generale.

È quanto emerge da una analisi della Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi al mese di aprile. «In un quadro preoccupante per l’economia generale si tratta – sottolinea la Coldiretti di un segnale importante per un settore trainante del Made in Italy che continua a crescere a livello nazionale e nelle esportazioni. A pesare positivamente – continua la Coldiretti – è stato anche l’impatto della Pasqua che tradizionalmente con l’aumento dei consumi a tavola rappresenta un elemento di traino. Il cibo – conclude la Coldiretti – è la principale voce del budget delle famiglie dopo l’abitazione con un importo complessivo di 215 miliardi.