Prima gara di semifinale, la VetroCar Css fa visita al Padova 

Superato l'ostacolo Florentia, le atlete di Paolo Zizza domani affronteranno la semifinale contro il Plebiscito Padova.

Roberta Bianconi VetroCar Css Padova
Roberta Bianconi. Foto Paul Take

Prima gara di semifinale, la VetroCar Css fa visita al Padova 

Si stringe la strada per la VetroCar Css. Superato l’ostacolo Florentia nei quarti di finale dei playoff, di fronte alle atlete di Paolo Zizza c’è la semifinale contro il Plebiscito Padova. Il ritmo sarà sempre serrato, con le tre partite della serie programmate nello spazio di sei giorni, rispettivamente 4, 7 ed eventualmente 10 maggio

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE DI SPORT

La squadra delle Monte Bianco arriva al derby con le sicurezze portate dal doppio confronto contro le toscane. I due parziali, ampi e quasi in fotocopia, narrano di una compagine pronta ad affrontare le prossime sfide nonostante gli ultimi tre mesi siano stati costellati di infortuni e acciacchi per molte delle gialloblù. 

Di fronte ci saranno le giocatrici di Posterivo, che hanno chiuso al primo posto la stagione regolare e che sono ai box proprio dal termine della prima fase. In stagione le vicecampionesse d’Italia hanno vinto entrambi i confronti contro la VetroCar. Tuttavia nell’ultima occasione, a inizio marzo, le veronesi se la sono giocata fino al termine, nonostante poi il risultato finale di 12-9 possa dirsi piuttosto bugiardo. 

Alla vigilia della riedizione della semifinale 2020/21 parla Roberta Bianconi, capitano e capocannoniere della VetroCar Css. 

Quarto di finale andato: da capitano, preferisci averlo giocato oppure sarebbe stato meglio bypassarlo? 

Credo che giocarlo sia stato giusto, anche perché la squadra per due settimane piene non è riuscita ad allenarsi al completo. Almeno così abbiamo potuto ricompattarci e ritrovare il nostro gioco. 

Qual è l’umore in squadra dopo le varie defezioni con cui avete dovuto fare i conti per infortuni vari? 

Non ci siamo fatte demotivare da queste difficoltà. Anzi, poso dire di aver notato più concentrazione e voglia di confermarsi e di non mollare. 

Un anno fa sorprendeste Padova in casa loro. Cosa ricordi di quell’occasione? 

Sicuramente sapevamo di essere inferiori e nella nostra testa partivamo già sconfitte. Poi, come ogni tanto può accadere, la squadra che ha meno da perdere forse gioca con più scioltezza e quel giorno ci riuscirono molte giocate. Invece Padova era un po’ più contratto. Era stato bello vincere quella partita, dopo un’annata complicata come quella dello scorso anno. 

Siete andate vicinissime al colpaccio con tutti e tre i top team. Potrebbe essere la volta buona? 

Credo che il gap si sia ridotto. Noi abbiamo trovato un pochino più di fiducia nei nostri mezzi e sappiamo che possiamo mettere in difficoltà molte squadre. Abbiamo lavorato sodo tutto l’anno e ora è arrivato solo il momento di entrare in acqua, giocare e divertirsi. Poi, non c’è un ingrediente che dica se la squadra sia pronta o meno a fare il risultato. Ci si prepara per questo genere di partite e finora abbiamo fatto il massimo per cercare di arrivarci preparate al meglio. Alla fine sarà il campo a parlare. 

radio adige tv

👇 Ricevi il Daily! È gratis 👇

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP 👈
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM 👈