Pallamano Dossobuono, Nordera: «L’obiettivo? Arrivare più in alto possibile»

L'allenatore della squadra maschile della Venplast Dossobuono, Carlo Nordera, è intervenuto su Radio Adige Tv per parlare degli obiettivi del nuovo campionato partito domenica scorsa con il derby contro Povegliano.

Anche la serie B maschile della Venplast Dossobuono è ripartita. Dopo la Serie A2F, che prosegue con il campionato iniziato a gennaio, anche i ragazzi di Carlo Nordera sono potuti scendere di nuovo in campo al PalaDossobuono domenica scorsa, per la prima di Campionato, con il derby contro il Jolly Povegliano. Una partita che, dopo un anno di stop a causa del Covid, ha visto la Venplast primeggiare e portare a casa la prima vittoria per 27-9. A parlarci di questo inizio campionato col botto e di quali sono gli obiettivi per quest’anno è stato l’allenatore della Venplast Dossobuono, Carlo Nordera.

Come si era chiuso lo scorso campionato, a causa del covid?

Lo scorso campionato è stato un anno ricco di soddisfazioni: ci aveva visto da protagonisti per il girone di andata e poi siamo rimasti con l’amaro in bocca.

Com’è stato l’esordio in campionato della squadra? Ti puoi dire soddisfatto della prestazione?

Abbiamo iniziato con un derby e vincere con un derby è sempre bello. C’è sempre stata questa sana rivalità tra le due società e domenica questa rivalità è venuta meno soprattutto per la gioia dei ragazzi di poter tornare in campo dopo un anno di inattività. Poter respirare quell’adrenalina che solo le partiti ufficiale ti danno è stato un giorno di festa per loro, per me e per tutta la società.

Com’è giocare senza pubblico?

È una cosa triste, perchè il pubblico di casa è parte integrante della squadra e tante volte è l’uomo in più in campo, quindi sicuramente abbiamo sentito la mancanza. La speranza è quella di uscire al più presto da questa situazione e poter rivedere i nostri tifosi sugli spalti. Comunque sia con i social i nostri tifosi riescono a seguire lo stesso le nostre partite.

Che tipo di squadra è la Venplast, è un gruppo unito?

Sicuramente è una squadra unita: è un gruppo di ragazzi molto giovane, che hanno iniziato insieme. Abbiamo avuto qualche innesto nel corso degli anni, ma è un gruppo affiatato, soprattutto quest’anno ancora di più, perchè essendo rimasti con il colpo in canna dall’anno scorso c’è una grande voglia di rivalsa. Ci aspettiamo dei buoni risultati e delle buone prestazioni. Ci sono stati un paio di innesti, sportivamente parlando non giovanissimi ma di qualità che porteranno morale ed esperienza alla squadra e in partita.

Qual è l’obiettivo di questo campionato?

L’obiettivo resta quello di arrivare più in alto possibile e non sarà semplice. Probabilmente quest’anno sarà ancora più difficile dell’anno scorso, un po’ perchè la formula è diversa: abbiamo gironi da sette squadre e non più un girone unico. C’è poco margine di errore. Il campionato si concentrerà poi in soli tre mesi, quindi dobbiamo dare il massimo, stare lì con la testa senza nessuna distrazione.

Guarda la puntata del 6 gennaio 2021 con la Serie A2F della Venplast Dossobuono: