24 ore di Le Mans, costretto al ritiro il team dei due veronesi

C'erano due veronesi impegnati nella celebre 24 ore di Le Mans, ma la loro squadra si è dovuta ritirare per motivi tecnici.

Paolo Ruberti 24 ore di le Mans
24 ore di Le Mans 2019, l'auto del ByKolles Team. Foto dalla pagina Facebook "Paolo Ruberti Racing".
New call-to-action

I veronesi Paolo Ruberti e Manfredi Ravetto sono due membri importanti del team ByKolles che ha partecipato alla 24 ore di Le Mans, il primo al volante e il secondo come team principal. La loro squadra è stata però costretta al ritiro nelle prime ore del mattino, dopo circa 14 ore di gara. La loro partecipazione era stata presentata qualche settimana fa in Provincia.

Problemi meccanici” è la motivazione ufficiale del ritiro, in una gara che mette a dura prova gli elementi costruttivi e i nervi dei piloti (si alternano in tre al volante, con Ruberti c’erano il francese Tom Dillmann e l’inglese Oliver Webb). Il ByKolles Racing Team gareggiava nella categoria Lmp1, la regina delle quattro classi del campionato del mondo di endurance.

Ruberti Falzi Ravetto Le Mans
Ruberti e Ravetto durante la presentazione in Provincia lo scorso maggio.

Il ritiro è arrivato ufficialmente poco dopo le 5 di questa mattina, dopo 14 ore di gara, 163 giri e 22 pit stop. Al momento il team ByKolles, sul totale dei 61 in gara, è uno degli 11 ritirati, di cui tre della categoria Lmp1.

«Ci siamo ufficialmente ritirati – è il messaggio che Ruberti ha affidato ai social – Voglio ringraziare tutto il Team ByKolles e i miei compagni di squadra Oliver Webb e Tom Dillmann per il grande impegno».

La partenza della gara, ieri alle 15: