Verso la primavera, il destino della cultura

Il comparto culturale vede la luce in fondo al tunnel: in attesa della ripresa, sono intervenuti ai microfoni di Radio Adige TV Piermario Vescovo, direttore del Teatro Stabile di Verona, e Giovanni Motta, affermato artista veronese.

teatro-nuovo
Il Teatro Nuovo. Foto d'archivio.

Torniamo sempre lì, a parlare di cultura. Questa volta con un briciolo di ottimismo: dopo mesi di buio, si comincia a intravedere una fioca luce in fondo al tunnel per uno dei comparti maggiormente flagellati dall’emergenza Covid. Il settore culturale, dopo un’empasse durata troppo tempo, sta cercando disperatamente di riorganizzarsi per le riaperture.

Ai microfoni di Buongiorno Verona sono intervenuti in mattinata Piermario Vescovo, neo direttore del Teatro Stabile di Verona, e Giovanni Motta, artista scaligero che da anni si esprime attraverso la scultura e la pittura. Due testimonianze importanti dunque, che raccontano il punto di vista di un’istituzione teatrale e di un singolo artista del nostro territorio.

Piermario Vescovo

Piermario Vescovo è subentrato a Paolo Valeri alla direzione del Teatro Stabile a febbraio, nel mezzo della tempesta: stretto tra la logorante attesa e la speranza di poter ripartire, ci racconta che «il primo obiettivo da portare a casa è la continuità del lavoro. Vogliamo riprendere almeno parzialmente quello che avevamo già programmato, le due stagioni de Il Grande Teatro e Divertiamoci a Teatro».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Teatro Stabile ha partecipato a varie iniziative simboliche nei mesi scorsi, per denunciare la grave situazione in cui versa il comparto e dare voce alle migliaia di operatori dello spettacolo che vivono ancora nell’incertezza. L’ultima iniziativa il 27 marzo, giornata mondiale del teatro e data in un primo momento indicata per la ripartenza: «Sono stati dei forti momenti simbolici, ma ora è assolutamente necessario passare dal simbolico al reale. Anche perché il teatro non è un luogo che si può aprire dall’oggi al domani, ma ha bisogno di tempi certi per organizzarsi».

In un primo momento il Teatro Stabile potrà riproporre spettacoli come il Silent Dante e altre modalità di performance itineranti all’aria aperta, anche se, afferma Vescovo, «il ritorno alla sala teatrale è fondamentale e imprescindibile». Lo sguardo del Teatro Stabile è rivolto al futuro e in particolare all’estate teatrale veronese che, secondo il direttore, potrà marcare in maniera importante il ritorno alla tanto agognata normalità.

Giovanni Motta

Al futuro guarda anche Giovanni Motta, affermato artista, disegnatore e scultore veronese. Ci racconta del futuro più prossimo, visto che ad Aprile inaugurerà la sua mostra intitolata “Game Over” a Shanghai, e ci propone una riflessione sul futuro del mondo dell’arte e su una direzione che secondo lui è già tracciata: la crypto art.

«Si tratta di una nuova corrente artistica in cui si possono vendere opere d’arte digitali, ad esempio file jpeg o mp4, attraverso dei portali di riferimento di gallerie d’arte, ricevendo poi il pagamento in criptovaluta. Sostanzialmente dà la possibilità di rendere unico un file, e quindi di renderlo collezionabile». Motta, entrato a far parte di questa corrente da ottobre 2020, è sicuro che «la crypto art sarà uno tsunami che travolgerà tutto il mondo dell’arte».

In questo senso l’arte, secondo il pittore veronese, conferma ancora una volta la sua capacità di resistere e di reinventarsi in un periodo disastroso: «L’esplosione del movimento della crypto art, che permette di ammirare opere d’arte comodamente dal divano aggirando tutti i problemi legati all’emergenza sanitaria, dimostra che questo periodo da una parte è stato un disastro, ma dall’altra apre la strada a nuove opportunità».

Per chiudere il cerchio, questa sera alle 18 andrà in onda su Radio Adige TV una puntata di Verona Live interamente dedicata alla cultura, e al destino che le si prefigura davanti. Gli ospiti saranno Silvia Nicolis, presidente del museo Nicolis, e Francesco Chiantera, presidente del Museo della Radio.

Verona Live

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM