Jazz e danza per l’ottobre del Teatro Ristori

L'ottobre del Teatro Ristori sarà dedicato alla musica jazz e alla danza: si comincia il 19 con il "jazz intergalattico” di Gianluca Petrella, per poi proseguire il 27 con lo spettacolo coreografico "Il Canto della Terra". In conclusione, il 28 ottobre si terrà il concerto del jazzista Steve Turre.

Steve Turre Teatro Ristori jazz
Steve Turre

Jazz e danza per l’ottobre del Teatro Ristori

Gianluca Petrella Teatro Ristori
Gianluca Petrella

Il Teatro Ristori inaugura la nuova stagione 2022/2023 il prossimo 19 ottobre, alle ore 20, con il Jazz “intergalattico” di Gianluca Petrella, a Verona con il suo Cosmic Renaissance, progetto che sonda mondi sonori ed estetici fuori dagli schemi, ma con radici ben salde nella musica più nera. Trombonista pugliese, Petrella è tra i più̀ riconosciuti musicisti italiani nel mondo, erede ed originale interprete della “scia cosmica” afrofuturista del jazzista afroamericano Sun Ra. Alle spalle vent’anni anni di carriera con collaborazioni internazionali prestigiose non solo in ambito Jazz, Gianluca Petrella ha fatto della sperimentazione e della trasversalità tra i generi – dalla techno all’elettronica tedesca, passando per l’hip hop italiano e la dancefloor – la propria cifra artistica.

Leggi anche: Teatro Ristori, al via la decima stagione (tra novità e conferme)

27 ottobre: “Il Canto della Terra”

"Il Canto della Terra" Teatro Ristori
“Il Canto della Terra”

Il via alla rassegna di Danza sarà il 27 ottobre, sempre alle ore 20 con “Il Canto della Terra”, ultimo capolavoro di Gustav Mahler, rivisitato in chiave multidisciplinare ed intimistica dal regista Mvula Sungani e dalla sua Mvula Sungani Physical Danze. Coreografo eclettico e contemporaneo, Sungani riprende il capolavoro di Mahler portandone in scena la stringente attualità ecologica ed esistenziale trasferendo – nella plasticità del gesto e nella fusione tra musica e movimento – gli aspetti più intimi e suggestivi, rimettendo al centro il tema di una riconciliazione tra uomo e natura. Per una rinascita comune, oltre la morte.

In scena il cast della danza vede l’ètoile Emanuela Bianchini e i solisti della Mvula Sungani Physical Dance, con la musica dal vivo dell’Eensemble Windkraft, il mezzo soprano Anna María Chiuri e il tenore John Jurgens diretti da Kasper De Roo. Un grande ritorno a Verona, per una nuova co-produzione Teatro Ristori di Verona e MSPD Studios di Roma.

28 ottobre: Steve Turre

Ultimo appuntamento di ottobre ancora con il grande Jazz, venerdì 28 ottobre ore 20, con Steve Turre, tra i più importanti innovatori del jazz al mondo, insieme al trio del contrabbassista Marco Marzola. Steve Turre si evolve continuamente come musicista e arrangiatore: “padrone” di tutti i generi musicali, il suo inarrivabile Jazz tiene sempre un piede tra passato e futuro.

Prosegue anche la campagna abbonamenti

Prosegue la campagna abbonamenti, i biglietti sono acquistabili direttamente presso il teatro, in via Ristori 7, oppure online sul sito del teatro e al Box office in via Pallone, 16.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM