Film Festival della Lessinia, il programma di domani

Domani seconda giornata di Film Festival della Lessinia: inizia la rassegna FFDLgreen, una selezione di documentari incentrati sul problema del cambiamento climatico; proiettato anche il primo film della sezione Montagne italiane; via ai cortometraggi e al secondo lungometraggio in gara, "Piacere, compagni!".

Dopo l’omaggio alla Madre Terra, il Festival Festival della Lessinia inaugura sabato 22 agosto al Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova (Verona) la nuova sezione FFDLgreen, in concorso per il premio speciale “Log to Green Movie Award”.

Una selezione di documentari che si soffermano sui cambiamenti climatici e sulle problematiche naturalistiche grazie alla sensibilità di autori che esplorano l’evoluzione dei paesaggi e degli ecosistemi minacciati dall’uomo, che affrontano i mutamenti sempre più sconvolgenti che attraversano il nostro pianeta, segnalando l’urgenza di intervenire. Questo sguardo è una conferma della vocazione sostenibile della manifestazione, realizzata “plastic free” e che aderisce al protocollo “Stop Climate Change” promosso dall’Unione Europea.

FFDLgreen

La sezione “green” si apre alle 16 con l’anteprima italiana La vita segreta degli alberi (Germania 2020) del documentarista Jörg Adolph. Tratto dall’omonimo best seller di Peter Wohlleben, è stato presentato a Berlino. Wohlleben ha viaggiato in Svezia per vedere gli alberi più vecchi del mondo, ha visitato fabbriche a Vancouver che si interrogano su nuovi approcci alla preservazione dell’ambiente, si è unito alle dimostrazioni degli ambientalisti in ogni dove. Perché il destino dell’uomo e della sua sopravvivenza sulla Terra è intimamente legato alla buona salute delle grandi foreste e il tempo di prendersene cura è adesso.  

Montagne italiane

Alle 11 il grande schermo del Teatro Vittoria si illumina con il primo film della sezione Montagne italianeStorie dai boschi di castagne (Italia, Slovenia 2019) lungometraggio d’esordio di Gregor Božič, girato al confine tra Italia e Slovenia, dove una comunità lotta per non disgregarsi.   

Concorso cortometraggi

Alle 18 in Concorso cortometraggiCavallo (Iran 2018) di Mohsen Din  Mohammad ambientato sulle aride alture iraniane; qui un uomo è alla ricerca di un cavallo per trasportare aiuti al figlio, arrestato al confine e incarcerato per un piccolo reato. L’alluvione (Croazia, Slovenia 2019) di Kristijan Krajnčan, premiato per la migliore sceneggiatura al Cinephilia Screenwriting Lab For Shorts di Rotterdam, è un’altra storia che unisce padre e figlio. 

A seguire tre anteprime italianePoi viene sera (Bosnia ed Erzegovina, Serbia 2019) della regista e produttrice Maja Novaković che racconta della simbiosi tra due anziane che vivono in solitudine fra le colline della Bosnia orientale. Bustarenga (Francia, Portogallo 2019) della filmmaker franco-portoghese Ana Maria Gomes è un autoritratto privato che la riporta sulle alture di Bustarenga, nell’entroterra portoghese: monti della sua infanzia dove ogni estate torna a far visita alla nonna. Il suo sguardo coinvolge l’intera comunità, tra fiction e documentarioAnoush (Turchia 2020) del regista, attore, sceneggiatore Deniz Telek è un ritratto che si sofferma sulla piccola Anoush. Mandata oltre le montagne, a casa di una parente lontana, dovrà tornare con un vestito da sposa per l’imminente matrimonio del fratello

Concorso lungometraggi

Alle 21, in anteprima per l’ItaliaPiacere, compagni! (Portogallo 2019) di José Filipe Costa, presentato fuori concorso al Festival di Locarno. La Rivoluzione dei Garofani ha portato rinnovato spirito di libertà e indipendenza, con l’arrivo in Portogallo di un gran numero di stranieri. Invitati dal regista, i protagonisti di quella stagione irripetibile tornano a vestire i panni di loro stessi da giovani: non si presteranno al pedissequo spettacolo dei fatti accaduti, per loro sarà la possibilità di vivere gli avvenimenti una seconda volta, come fosse la prima. 

La programmazione della ventiseiesima edizione della rassegna è visibile in presenza al Teatro Vittoria e online, accedendo a una sala virtuale

Biglietteria al Teatro Vittoria in piazza Marconi, 35: fino al 30 agosto, dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 23; tel. 045.7050789, e-mail biglietteria@ffdl.it. Biglietteria per la sala online sul sito della sala virtuale.