Alla scoperta della Valle del Tasso con Associazione Baldofestival

Associazione Baldofestival, in collaborazione con circolo Legambiente Il Tasso e Associazione Marchio del Baldo, organizza gli incontri online "Sentieri nel Baldo: percorsi tra arte, natura e territorio nella Valle del Tasso e d'intorni". Ne abbiamo parlato con Annalisa Lonardi, presidente di Associazione Baldofestival e coordinatrice del progetto.

Associazione Baldofestival, in collaborazione con circolo Legambiente Il Tasso e Associazione Marchio del Baldo, organizza degli incontri di approfondimento online su cultura, natura e prodotti del territorio denominati “Sentieri nel Baldo: percorsi tra arte, natura e territorio nella Valle del Tasso e d’intorni”. Il primo di essi si è svolto martedì 23 marzo 2021, il secondo sarà questa sera e poi a seguire martedì 13, 20 e 27 aprile 2021, tutti dalle 20.30 alle 22. Ne abbiamo parlato con Annalisa Lonardi, presidente di Associazione Baldofestival e coordinatrice del progetto.

Il nostro progetto “Sentieri nel Baldo: percorsi tra arte, natura e territorio nella Valle del Tasso e d’intorni”, è un progetto che abbiamo ideato nel 2019 quando stavamo pensando a come celebrare la decima edizione di “Sentieri nell’Arte”, un’attività che l’Associazione culturale Baldofestival, con sede a Caprino Veronese, porta avanti dal 2002, a cadenza biennale, in cui viene allestita una mostra d’arte ambientale, con materiali ecocompatibili che si armonizzano con l’ambiente circostante e si sviluppa lungo il sentiero che percorre la Valle del Tasso, una fenditura scavata dal torrente Tasso, in particolare da Pazzon a Porcino» spiega Lonardi.

«Nel 2020 sarebbe stata la decima edizione pertanto volevamo fare una cosa più consistente. L’occasione ci è arrivata con il bando Cariverona “Cultura in rete”, al quale abbiamo partecipato con la collaborazione del circolo Legambiente Il Tasso e l’Associazione Marchio del Baldo, che raggruppa i produttori e le associazioni del territorio che hanno ottenuto dall’Unione montana il marchio Prodotto del Baldo, concesso a chi porta avanti le culture tradizionali o le tradizioni storiche del territorio» continua. «Il torrente Tasso è di importanza naturalistica notevole, per la presenza dell’acqua, delle rocce, di flora e fauna molto particolari ed era giusto che ne mettessimo in luce gli aspetti salienti».

LEGGI ANCHE Palazzo Maffei, Carlon: «Progetti per creare curiosità e voglia di approfondimento»

«Organizzeremo anche quest’anno la mostra “Sentieri nell’Arte” e l’associazione Marchio del Baldo darà la possibilità alle proprie aziende di promuovere i propri prodotti, caratteristici del territorio dell’entroterra del Garda, forse meno conosciuto, ma altrettanto di interesse turistico» prosegue. «Il progetto è ora alla prima fase con questi incontri di formazione online, un’introduzione approfondita al luogo in cui si svolgeranno le attività estive. Queste attività partiranno da luglio a settembre, con la mostra d’arte ma anche con delle visite guidate nel fine settimana, con momenti di conferenze, conversazioni, docu-film in loco, sia a Pazzon ma anche in altre località».

«L’incontro del 23 marzo, il primo dei cinque incontri previsti per l’approfondimento online, è andato molto bene, con quasi 150 partecipazioni. Promuovono interesse e curiosità per questo angolo di natura. L’iscrizione è gratuita e anche per singoli incontri. Siamo stati forse favoriti anche dal fatto che gli incontri sono online, ma è aumentata progressivamente anche la partecipazione agli incontri estivi nel corso degli anni» spiega. «Ci sono stati anche molti interventi e c’è stato anche molto entusiasmo».

«Baldofestival è stata fondata nel 2002, è Associazione dal 2004 con tutti volontari. Abbiamo sviluppato molti progetti, all’inizio come attività. Nel nostro sito sono tutte elencate. Al momento le attività che speriamo di portare avanti sono, oltre a “Sentieri nel Baldo: percorsi tra arte, natura e territorio nella Valle del Tasso e d’intorni”, poi c’è il progetto “Baldo in musica”, coordinato da Bruno Pericolosi, con direttore artistico Marco Pasetto, concerti che si svolgono in luoghi caratteristici in quota, a cui si unisce anche l’attività escursionistica» aggiunge.

«Un altro nostro cavallo di battaglia è la sezione artistica, con visite a musei d’arte del nord Italia, precedute da approfondimenti tenuti dalla professoressa Nadia Melotti, direttrice artistica della mostra d’arte ambientale. Un’altra attività molto seguita è Home teatro, pièce teatrali di solito eseguite la domenica pomeriggio nelle case private, preceduti da momenti conviviali. Ovviamente in questo momento le attività sono state ferme, siamo ripartiti ora con questo corso online» conclude.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM