“Venardi gnocolar”, Verona in festa

Oggi è il "Venardi gnocolar", Verona è in festa per il carnevale. Quella di quest'anno è ormai la 490esima edizione del "Bacanal del Gnoco" e ancora una volta la sfilata ha attirato in centro tantissimi carnevalanti.

Oggi è il “Venardi gnocolar“, Verona è in festa per il carnevale. Quella di quest’anno è ormai la 490esima edizione del “Bacanal del Gnoco” e ancora una volta la sfilata ha attirato in centro tantissimi carnevalanti.

Oltre 70 gruppi e 28 carri hanno sfilato fra le vie cittadine, guidati dal sindaco Federico Sboarina, nei panni di Cangrande della Scala, con Tomaso da Vico, “l’inventore” del bacanal, e l’immancabile Sire del Carnevale veronese, il Papà del Gnoco.

«Un omaggio a Cangrande della Scala, Signore di Verona. Lui amministrava secoli fa e io ho l’onore di farlo oggi, per questa giornata di festa e di tradizione non potevo scegliere di vestire panni diversi. La Scala da sempre è il simbolo della nostra città, lo indosso volentieri perché racchiude tutta la nostro storia». Anche il sindaco, questa mattina, era in costume per dare il via al 490esimo Bacanal del Gnoco.

A Palazzo Barbieri tantissime maschere, non solo quelle storiche di Verona ma anche quelle italiane provenienti da tante città diverse. Pulcinella, Arlecchino e Gianduia a braccetto con Re Teodorico, Principe Reboano e gli scaligeri. E, come da tradizione, le chiavi della città sono passate dalle mani del primo cittadino a quelle del Papà del Gnoco, che nella giornata di Venerdì Gnocolar diventa il Sire di Verona.

Grande fermento prima dell’inizio della sfilata dei carri. Ad accogliere i carnevalanti in municipio anche il vicesindaco e gli assessori alle Manifestazioni e al Commercio, quest’ultimo insignito ufficialmente della Commenda di Tomaso da Vico. Una festa che è iniziata dalle prime ore della mattina e che è proseguita con il corteo, aperto dal sindaco a cavallo. E poi bande, majorette e i carri in concorso, per un totale di 7 chilometri da piazza Bra a San Zeno.

La diretta dalla sfilata

In diretta dalla sfilata del 490esimo Bacanal del Gnoco

Geplaatst door Pantheon Verona Network op Vrijdag 21 februari 2020

«Il Bacanal rappresenta la nostra tradizione e l’identità veronese – ha detto in sindaco -. Un’occasione per le nostre famiglie e i nostri figli di divertirsi e, allo stesso tempo, festeggiare tutti insieme l’evento per eccellenza del carnevale veronese, una manifestazione fortemente legata alle nostre radici in cui si riconosce tutta la nostra comunità. Un grazie va alle centinaia di volontari che lavorano tutto l’anno per rendere possibile tutto questo. Divertendovi fate divertire anche gli altri».

«Seguendo tutte le iniziative di questo 490° Bacanal non si può fare a meno di toccare con mano la passione e il grande impegno di tutti i carnevalanti – ha detto l’assessore alle Manifestazioni -. Ognuno di voi, con la sua dedizione e allegria, è una risorsa importante per la nostra collettività. Mi auguro che tanti giovani seguano il vostro esempio e che un giorno prendano il testimone».

sfilata carnevale venardi gnocolar venerdì 2020

«È un orgoglio per me ricevere la Commenda ed essere qui oggi in mezzo alle maschere storiche di Verona – ha detto l’assessore al Commercio -. Il Venerdì Gnocolar è uno degli appuntamenti più sentiti dalla città, la manifestazione che per eccellenza rappresenta la nostra identità e le nostre tradizioni. Auguro a tutti buona sfilata e buon carnevale».

Per consentire a tutti di godere della giornata di festa, qualche giorno fa il Comandante della Polizia locale aveva inviato ai supermercati del centro una lettera invitandoli a non vendere uova e farina a tutti i minorenni, dalle 8 alle 18 del Venerdì Gnocolar. Come da regolamento di Polizia locale, inoltre, sono vietati prodotti schiumogeni di ogni tipo e sorta (bombolette, schiuma da barba, ecc.) che possano imbrattare persone e cose.