“Verso città sostenibili”, la lotta al cambiamento climatico parte dalle aree urbane

Mercoledì 3 novembre il secondo appuntamento della rassegna Open 2021-2022, promosso dall'Ordine degli Ingegneri di Verona.

La sede dell'Ordine degli ingegneri di VErona

Mercoledì 3 novembre “Verso città sostenibili”

La lotta per il clima comincia dai grandi sistemi urbani. Dalle città di grande e media dimensione, Verona inclusa: il capoluogo scaligero, infatti, ha tutte le caratteristiche di un grosso centro territoriale, dall’afflusso di traffico, d’arrivo o di transito, all’effetto «isola di calore», che porta ad avere, nelle calde notti d’estate, temperature superiori, rispetto alle zone di campagna, fino a sei gradi.

Che strumenti ci sono per intervenire, fin da ora? È la domanda a cui tenterà di rispondere il secondo appuntamento della rassegna Open 2021-2022, “Sostenibili attività”, dal titolo “Verso le città sostenibili“, che si svolgerà mercoledì 3 novembre, nella sede dell’Ordine degli Ingegneri (Magazzino1 – Via Santa Teresa, 12) a partire dalle 14.30.

Le città sono sistemi complessi che consumano l’80% delle risorse e che risultano responsabili del 70% dell’emissione di CO2. Ecco perché la loro rigenerazione ecologica, cardine delle politiche europee espresse nei programmi Green Deal, Renovation Wave, New European Bauhaus e dell’obiettivo carbon neutral al 2050, è un’opportunità per avviare un processo di miglioramento dello stile vita nostro e delle future generazioni. 

Già con l’obiettivo riduzione emissione di CO2 del 55% al 2030, attraverso riqualificazione edilizia, degli spazi pubblici, della mobilità e delle reti, affiancate da metodologie di rigenerazione sociale ed economica, la trasformazione sarà radicale e investirà tutti gli aspetti della vita dei cittadini. L’evento di mercoledì proporrà una riflessione su alcuni processi che caratterizzeranno il cambiamento nei prossimi anni: come le aree urbane possono contribuire alla lotta ai cambiamenti climatici, la mobilità sostenibile come nuovo rapporto del cittadino con il territorio, la forestazione urbana fattore di resilienza ma anche di migliore relazione con l’ecosistema. 

Temi globali che verranno declinati anche sul piano locale, portando esempi concreti su quanto realizzato in altre città «pilota» (da Oslo a Parigi) e ipotizzando come sarà possibile applicare questi modelli alla realtà veronese.

Interverranno:

  • Arch. Chiara Wolter, Esperta di Energia di Ambiente Italia
  • Prof. Dino Zardi Ingegneria Civile Ambientale dell’Università di Trento
  • Arch. Maria Chiara Pastore, Ricercatrice del Politecnico di Milano 
  • Prof. Ing. Maurizio Tira, Ordinario di Tecnica e pianificazione urbanistica nell’Università degli Studi di Brescia e Presidente Società Italiana degli Urbanisti (SIU).

Come partecipare: il seminario si svolgerà in presenza nella sala della sede dell’Ordine degli Ingegneri (Magazzino 1 – via Santa Teresa, 12). È possibile seguire online l’evento, previa registrazione, al sito (codice evento IN21-086FAD).

LEGGI LE ULTIME NEWS

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM