Verona, campagna a colpi di sondaggi: «Sono davanti io», «No io vado meglio»

I sondaggi sono un piatto succulento della campagna elettorale, offrono ai candidati un punto di partenza per riflessioni interne alla coalizione, e puntelli per la propria propaganda elettorale. Ecco gli ultimi due a confronto e come ne parlano i candidati.

Flavio Tosi, Damiano Tommasi, Federico Sboarina sondaggi verona
Flavio Tosi, Damiano Tommasi, Federico Sboarina

Due sondaggi a confronto sulla campagna elettorale a Verona

Sondaggi tirati per la giacca. La data elettorale si avvicina, domenica 12 giugno, il clima della campagna si scalda e i numeri dei sondaggi fanno gola a tutti: per capire qual è il punto, quanto c’è da recuperare, quali sono i margini di vantaggio. E da usare come strumento di propaganda.

Il sindaco Federico Sboarina pubblica un post su Facebook riportando un articolo di Repubblica che lo dà al 42,8% al primo turno, davanti a Tommasi al 35,1% e Tosi al 20,3%.

«Siamo decisamente avanti e continuiamo a crescere» commenta il primo cittadino. «Sto incontrando ogni giorno centinaia di veronesi, finalmente dopo il blocco della pandemia, a cui sto raccontando il grande lavoro che abbiamo fatto».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Flavio Tosi rilancia con un sondaggio commissionato da “Il Veronese Magazine“, che «ci dà al ballottaggio e in crescita. Solo i sondaggi pubblicati sui siti governativi sono attendibili, gli altri sono propaganda spiccia». In questo sondaggio, condotto dall’istituto Demetra, Tommasi è primo al 37,2%, Tosi secondo al 31,9% e Sboarina al terzo posto al 28,8%.

Da considerare però che la differenza fra Tosi e Sboarina è in questo caso di pochissimo superiore al margine d’errore. A seguire Alberto Zelger all’1,4% e sotto all’1 Paola Barollo e Anna Sautto.

LEGGI ANCHE: Ritrovato senza vita il 33enne di Fosse

Un confronto fra i sondaggi sulla campagna a Verona

L’articolo di Repubblica (del 24 maggio) raccoglie le panoramiche su varie città e, seppur non specificandolo, per Verona cita i dati di un sondaggio pubblicato una decina di giorni fa da BiDiMedia. Quello di Demetra è stato invece pubblicato oggi. Tutti i dati dei sondaggi, come prescritto dalla legge, sono disponibili sul sito governativo sondaggipoliticoelettorali.it.

Il sondaggio BiDiMedia è stato realizzato fra 10 e 12 maggio, con raccolta delle informazioni tramite sondaggi web. Il campione è di 658 intervistati. Margine d’errore calcolato del 3,8%.

Il sondaggio Demetra è stato realizzato fra 25 e 26 maggio, con raccolta informazioni sia web, sia telefonica. Gli intervistati sono 800. Margine d’errore calcolato del 2,7%.

Per le date, più vicine al voto, e per il campione più ampio, sembrerebbe quindi essere più affidabile il sondaggio Demetra.

LEGGI ANCHE: L’abbraccio degli amici a Madiha, uccisa a Porta Vescovo

I risultati dei sondaggi sulle amministrative a Verona

Per il sondaggio BiDiMedia, quello citato da Repubblica e Sboarina, ma più vecchio di 15 giorni, al primo turno Sboarina prenderebbe il 42,8%, Tommasi il 35,1%, Tosi il 20,3%, Zelger 1,1%, Sautto 0,7%. Non era ancora nota la candidatura di Paola Barollo. L’affluenza sarebbe fra 55 e 57%, con un 21% di indecisi e 2% di schede bianche.

Al ballottaggio andrebbero Sboarina e Tommasi, dove, secondo lo stesso sondaggio sarebbe avanti il sindaco uscente al 50,7% contro il 49,3% di Tommasi, ma la differenza è ben al di sotto del margine d’errore.

Lo scenario secondo il sondaggio Demetra, quello “preferito” da Tosi, sarebbe: Tommasi 37,2%, Tosi 31,9%, Sboarina 28,8%, Zelger 1,4%, Barollo 0,4% e Sautto 0,3%.

Tosi andrebbe quindi al ballottaggio, dove vincerebbe però Tommasi con il 52,4%, contro il 47,6 del leader di Fare!. In caso di ballottaggio Tommasi-Sboarina, per il sondaggio Demetra vincerebbe ancora Tommasi, ma con un margine molto più risicato: 50,7 contro 49,3.

Per chiudere il quadro, sempre per il sondaggio Demetra, all’eventuale ballottaggio Tosi-Sboarina vincerebbe addirittura Tosi con il 53,5% (probabilmente veicolando su di sé le preferenze dei sostenitori di Tommasi) contro il 46,5% di Sboarina.

LEGGI ANCHE: Benini sul ballottaggio: «Tosi doveva fare di tutto per battere Sboarina»

Il commento di un candidato che è anche sondaggista

Federico Benini consigliere Pd
Federico Benini consigliere comunale del Partito Democratico

Federico Benini, consigliere comunale uscente e candidato per il Partito Democratico a sostegno di Damiano Tommasi, di lavoro è proprio sondaggista. Ha commentato il sondaggio Demetra: «Cerco di mettere da parte il mio tifo politico per un commento tecnico sul sondaggio Demetra di oggi sulla nostra città. Parto innanzitutto col dire che stiamo parlando di uno dei più prestigiosi istituti nazionali di sondaggi».

Secondo Benini, Tommasi «prende i voti della ampia coalizione del csx allargato a Verona che pesa intorno al 34% più qualche punto di valore aggiunto del candidato» mentre Tosi avrebbe, rispetto ai risultati di Patrizia Bisinella nel 2017, «il valore aggiunto di Forza Italia, una quota di delusi da Sboarina che però votano ancora a destra, un valore aggiunto rispetto ad una scelta di 5 anni fa di aver candidato l’attuale moglie».

Infine, sempre secondo Benini che – ricordiamolo – è un candidato in corsa con il partito Democratico, Sboarina «confermerebbe più o meno i voti di 5 anni fa. Perderebbe qualche punto in favore di Tosi e Tommasi. Perde Forza Italia che ora appoggia Tosi e guadagna qualcosa data dal fatto di essere sindaco uscente».

LEGGI LE ULTIME NEWS

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv