Veneto in crescita: approvato nuovo piano investimenti

Arriva oltre 1 milione di euro dall'Unione Europea: il Veneto investirà i fondi in formazione, lavoro e sostenibilità con particolare attenzione ai giovani. Soddisfatto il presidente Zaia: «Stiamo scrivendo il futuro per i prossimi sette anni».

Luca Zaia
Luca Zaia. Foto d'archivio

Approvato il Programma Regionale FSE+ 2021-2027: il “Sì” arriva dalla Commissione Europea nell’ambito dell’obiettivo “Investimenti per l’occupazione e la crescita”

LEGGI LE ULTIME NEWS

«E’ una tappa fondamentale per scrivere il futuro del Veneto per i prossimi sette anni – commenta soddisfatto il presidente Zaia -. Più di un miliardo di euro per affrontare e vincere la sfida di migliorare la qualità della vita delle persone. È una dotazione di risorse importante, che sosterrà le politiche di sviluppo competitivo sostenibile del territorio. Sarà programmata tenendo in considerazione le altre fonti complementari, come il Fondo Sviluppo e Coesione 2021-2027 e le risorse del PNRR e promuovendo la semplificazione e la capacità amministrativa».

Leggi anche: Sicurezza stradale, fondi regionali a sei comuni nel Veronese

L’obiettivo è quello di coinvolgere più di 230 mila persone, agendo su diverse priorità: 

  • Occupazione: 300 milioni di euro sono destinati all’accesso all’occupazione con nuove misure e servizi personalizzati per tutte le persone in cerca di lavoro, promuovendo la partecipazione anche sotto il profilo di genere e la conciliazione e sostenendo lo sviluppo delle competenze per competere di lavoratori, liberi professioni e imprenditori.
  • Istruzione e formazione: con 150 milioni di euro si punta a rafforzare il sistema di formazione professionale regionale, assicurando servizi di qualità fino al livello terziario e per l’apprendimento permanente;
  • Inclusione sociale: quasi 300 milioni di euro per l’inclusione attiva e il sostegno ai giovani in difficoltà, alle famiglie e alle persone non autosufficienti.
  • Occupazione giovanile: quasi 250 milioni di euro saranno finalizzati a migliorare l’accesso all’occupazione dei giovani.
Elena Dponazzan spiega come la pandemia abbia influito sui lavoratori dello spettacolo
L’assessore regionale Elana Donazzan

«L’approccio del PR Veneto FSE+ 2021-2027 – precisa l’assessore regionale al lavoro del Veneto, Elena Donazzan – mantiene, ancora una volta, le persone al centro dell’evoluzione del tessuto economico e sociale, garantendo opportunità e strumenti per fare fronte alle transizioni, migliorare il tasso di occupazione e sviluppare nuove competenze. La formazione rappresenta la principale leva di cambiamento per le persone e le organizzazioni. Grazie anche alle risorse del FSE+, il Veneto mira a realizzare un’offerta formativa competitiva e allargata, in grado di elevare le competenze delle persone, anche le più fragili, contribuendo a vincere la sfida di un Veneto più competitivo, sostenibile e inclusivo».

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv