Statale 12, finalmente la Variante. Stanziati 260 milioni dal Ministero

Dopo decenni di attesa, le frazioni e i paesi a sud di Verona potranno liberarsi dalla morsa del traffico. Approvato dal Ministero dei Trasporti lo stanziamento dal 260 milioni di euro per la Variante alla SS12.

Variante Statale 12 - manifestazione 2018
Una manifestazione degli scorsi anni per la variante alla Statale 12
New call-to-action

Negli scorsi mesi la Variante alla Strada Statale 12 aveva ricevuto il parere positivo dal Comune di Verona e dagli altri territori interessati. Ora arriva la conferma dello stanziamento di oltre 260 milioni di euro per la realizzazione dell’opera, da Isola della Scala a Verona, innestandosi in tangenziale all’altezza dello svincolo di Alpo. Lo stanziamento è contenuto nel nuovo contratto di programma tra Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Anas, approvato oggi dal Cipess.

«Il territorio aspettava da ormai 30 anni il completamento della variante alla Statale 12 che costringeva in una morsa di traffico, divenuto ormai intollerabile, tutta la zona di Ca’ di David, a sud di Verona» ha detto la vicepresidente e assessora alle Infrastrutture e Trasporti della Regione del Veneto, Elisa De Berti.

LEGGI ANCHE: Verona attende il sorriso di Papa Francesco

Variante statale 12

«Lo stanziamento erogato dal Mit grazie al Ministro Salvini, su richiesta della Regione, e inserito nel contratto di programma con Anas, permetterà di realizzare finalmente l’opera, e migliorare, così, l’accessibilità alla città. Il tutto tenuto anche conto di quanto emerso da uno studio di Unioncamere contenuto nel recente aggiornamento del Libro bianco che tra le dieci priorità infrastrutturali del Veneto indica proprio il completamento della variante alla Statale 12 quale intervento di miglioramento dell’accessibilità a sud del nodo urbano di Verona».

Continua De Berti: «Si tratta di un’opera che nel 2015 non aveva alcuna possibilità di essere finanziata e alla quale, pur essendo di competenza statale, come Regione abbiamo destinato risorse pari a circa 1,6 milioni euro per fare il progetto preliminare e definitivo mentre Anas si è occupata del progetto esecutivo per una spesa di circa 1,5 milioni di euro. Per la provincia di Verona l’infrastruttura era stata individuata prioritaria nello scorso mandato: grazie ad un lavoro di concertazione con Anas e con tutte le amministrazioni comunali interessate e con l’aiuto del Vicepresidente del Consiglio e Ministro Salvini abbiamo potuto mantenere la parola data e finalmente mettere a gara la realizzazione dell’opera».

LEGGI ANCHE: Arresto cardiaco in strada a Verona: rianimato con il 118 al telefono

Elisa De Berti
Elisa De Berti, vicepresidente della Regione Veneto

Negli scorsi mesi avevamo affrontato il tema anche con la sindaca di Buttapietra Sara Moretto: «Per Buttapietra sarà sicuramente un cambiamento notevole: ora c’è un passaggio giornaliero di 14mila veicoli, di cui 6-7mila mezzi pesanti. Con questo dato penso che si possa capire quanto incide la Statale 12 sullo sviluppo del territorio, residenziale, socio-culturale, delle attività economiche. Perché il mio comune è squarciato da questa statale». Il tratto interno al paese sarà declassato e passerà sotto il controllo comunale.

LEGGI ANCHE: Parte lo sviluppo della Marangona: a breve l’accordo