Infrastrutture: il punto sulla variante alla Statale 12 – TEMA DEL GIORNO

La chiedono da anni a Buttapietra, Cadidavid e Verona sud in generale. La variante alla Statale 12, dopo qualche anno di "silenzio" sembra essere ripartita ed poter diventare davvero realtà. A che punto siamo? Ne parliamo con il tema del giorno di oggi di Daily Verona.

Variante Statale 12 - manifestazione 2018
Una manifestazione degli scorsi anni per la variante alla Statale 12

Il tema del giorno di Daily Verona: la variante alla Statale 12

Il tema del giorno di oggi è dedicato alle variante alla Statale 12, un’opera che dovrebbe dare una risposta ai problemi di traffico, smog e rallentamenti lamentati da decenni soprattutto a Buttapietra e Cadidavid. Un’opera attesa da tempo e che ora sembra davvero essere vicina alla realizzazione.

LEGGI ANCHE: Due incidenti stradali con vittime motociclisti a Verona in poche ore

La strada statale 12 dell’Abetone e del Brennero (SS 12)

La strada ha origine in Toscana, a Pisa, e attraversa Appennini, Emilia-Romagna e provincia di Mantova. Nel Veronese tocca i comuni di Gazzo Veronese, Nogara, Isola della Scala, Buttapietra, Verona e poi prosegue verso la Valdadige e il Trentino-Alto Adige fino al confine con l’Austria.

Nel 2007 è stata inaugurata la variante di Isola della Scala, mentre da anni si attende la variante che possa spostare il traffico dai paesi di Buttapietra e Cadidavid (frazione di Verona).

LEGGI ANCHE: In videochiamata col 118: innovazioni del Suem per le emergenze

Il punto con la vicepresidente De Berti

Ospite a “Squadra che vince” questa sera alle 18 e in replica 21 su Radio Adige Tv la vicepresidente del Veneto e assessora ai Lavori pubblici Elisa De Berti. La strada è di competenza Anas, ma la Regione è stata un interlocutore per i comuni e i territori interessati, rivendica la vicepresidente: «Nel 2015, quando sono arrivata in Regione, di fatto la statale 12 non era nelle priorità, ma anche a livello territoriale, a parte i comuni fuori da Verona, i comuni in Provincia, il Comitato per la statale 12 che lo sostenevano, poi per il resto non era nelle priorità sicuramente del Comune di Verona, era un progetto che era sostanzialmente morto».

«Abbiamo stanziato le risorse per poter fare il progetto definitivo: questo ha potuto incentivare Anas a a rimetterla in tra le priorità per quanto riguarda la Provincia di Verona, ma la Regione Veneto ha fatto la sua parte».

A che punto è ora l’iter? «Ho fatto anche il tentativo di agganciarla alle opere olimpiche – spiega De Berti – per poter dare dei tempi di realizzazione. Ci siamo riusciti parzialmente, ma non del tutto, perché quando il progetto è andato in Via (valutazione di impatto ambientale, ndr), che è una Commissione nazionale al Ministero dell’Ambiente, è rimasta lì per due anni, fino a poche settimane fa, da cui è uscita con il parere. Adesso Anas sa che cosa deve fare, al di là di aver avviato gli espropri, deve adeguare il progetto in base alle prescrizioni della della Via nazionale e quindi, una volta aggiornato il progetto, Anas potrà andare in gara. Io confido insomma che nel giro di qualche mese potremo dare delle risposte concrete».

Elisa De Berti
Elisa De Berti, vicepresidente della Regione Veneto

La vicepresidente spera di vedere l’avvio dei lavori prima della fine del suo mandato: «Ho ancora due anni davanti, quindi spero di vedere l’avvio dei lavori. Di solito non do tempi, perché succede sempre qualcosa e vengono poi smentiti, perché non ho il controllo delle tempistiche, anche se spesso si confonde la competenza della Regione. Fa parte del gioco: io voglio solo arrivare a vedere partire i lavori e poter dare delle risposte ai tanti cittadini che in questi anni me lo hanno chiesto».


Le necessità dei territori: Buttapietra

Ospite a “Squadra che vince” anche la sindaca di Buttapietra Sara Moretto: «L’opera sta andando avanti appunto attraverso delle manifestazioni di esproprio. Siamo fiduciosi che arrivati a questo punto ci saranno i tempi tecnici, ma si sta procedendo. Ecco questo credo che sia anche un bel messaggio nei confronti di chi stava perdendo veramente la speranza. Fra i miei cittadini non dico quasi ogni giorno però la domanda che spesso mi viene fatta è “I lavori sulla variante alla statale stanno andando avanti?” perché sentono un po’ di silenzio».

«In realtà c’è molto lavoro e sono fiduciosa che quest’opera si vedrà. Per Buttapietra sarà sicuramente un cambiamento notevole: ora c’è un passaggio giornaliero di 14mila veicoli, di cui 6-7mila mezzi pesanti. Con questo dato penso che si possa capire quanto incide la Statale 12 sullo sviluppo del territorio, residenziale, socio-culturale, delle attività economiche. Perché il mio comune è squarciato da questa statale» dichiara Moretto. Il tratto interno al paese sarà declassato e passerà sotto il controllo comunale.

Sara Moretto
Sara Moretto

«Uno dei miei progetti era quello di realizzare una rotonda per migliorare la viabilità nel tratto della statale che coincide con l’ingresso in via Bovolino, dove c’è il polo scolastico, che è appunto un pezzo di strada molto trafficato, soprattutto in certe ore. Purtroppo ho dei problemi anche a portare avanti un progetto di realizzazione di una rotatoria, perché devo interloquire con Anas e con vari enti che in questo momento non mi stanno facilitando. Nel momento in cui la strada dovesse diventare comunale, anche questo tipo di opere per me sarebbe più facile da analizzare».


Bigon: «Indispensabile avere tempi certi»

Lo scorso giugno, le consigliere regionali del Partito Democratico Anna Maria Bigoni, Vanessa Camani, Chiara Luisetto e Francesca Zottis, avevano presentato una interrogazione alla vicepresidente De Berti per chiedere tempi certi sull’opera, in cui si ricordava che «la variante alla Statale 12 è un’opera fondamentale in quanto consente di sgravare di un buon 30% il traffico veicolare (stimato in 22 mila veicoli giornalieri di cui 2.500 mezzi pesanti) che oggi rende pressoché impraticabile l’abitato di Cadidavid». In quel momento si attendeva ancora la conclusione della procedura di Via.


Rispondi al sondaggio


Il tema del giorno su Radio Adige Tv a “Squadra che vince”

Questa sera alle 18 e in replica 21 su Radio Adige Tv appuntamento con il tema del giorno anche a “Squadra che vince“, il programma condotto dal direttore del Gruppo Verona Network Matteo Scolari.

Dove vedere Radio Adige Tv

  • In streaming su www.radioadige.tv,
  • su Radio Adige Play (HBBTV, canale 19 del DTT),
  • tramite APP Radio Adige (gratis per Android e iOs).