Super GT: Ronnie Quintarelli pronto per una nuova stagione

Visite mediche “ok” per il campione di Super GT giapponese Ronnie Quintarelli. Il pilota veronese, quattro volte vincitore del campionato automobilistico più prestigioso dell’intero Continente asiatico, martedì scorso ha superato brillantemente il controllo dei parametri fisici in vista dell’inizio della prossima stagione.

I controlli sono stati effettuati martedì pomeriggio dal professor Adachi e dal suo staff medico nella sede dell’ospedale universitario Showa Daigaku di Tokio e hanno confermato l’ottimo stato di salute del pilota italiano, classe 1979, vincitore lo scorso novembre della prestigiosa InterProtoSeries, categoria giapponese creata nel 2013 e che vede protagonisti i migliori piloti delle gare nazionali nipponiche uniti a gentleman driver che si avvicinano al mondo del motorsport.

L’evento ufficiale di presentazione della nuova stagione 2019 NISMO sarà il prossimo 9 febbraio, con diretta streaming sui canali social della Nissan Motorsport. Durante il grande show inaugurale che si terrà nel quartier generale di Yokohama, verranno presentate tutte le novità per il nuovo anno che, secondo indiscrezioni, dovrebbero essere molte, anche alla luce di un 2018 che si è chiuso con risultati al di sotto delle attese.

L’unica certezza ad oggi è che Ronnie Quintarelli sarà di nuovo della partita, sempre più uomo chiave e di riferimento per la casa automobilistica giapponese. Quintarelli, che quest’anno festeggerà i 40 anni, è originario di Sant’Anna D’Alfaedo dove ogni anno, a Natale e in estate, torna per rimanere in famiglia e con gli amici d’infanzia con cui si ritrova al Ristorante Al Tesoro di Corrubio, sede del Fan Club presieduto dal tifosissimo Denis Marconi.

Trasferitosi nel 2003 nel Paese del Sol Levante, Ronnie Quintarelli si è ritagliato uno spazio nel Super GT nel 2005 al volante di una Toyota Supra schierata dal Team Sard. Negli anni successivi i trionfi del 2011 e del 2012 con la scuderia S Road MOLA assieme al co-pilota Masataka Yanagida che gli hanno permesso di passare al tema ufficiale NISMO, a secco di vittorie in Super GT dal 2005. Con il team ufficiale Nissan Ronnie conquista due titoli, assieme al compagno Tsugio Matsuda, nel 2014 e nel 2015. E’ l’unico pilota nella storia di questo campionato ad essere riuscito a vincere per quattro volte.

Fuori dalle piste, prezioso e importante l’impegno nel sociale da parte del pilota veronese, sposato, con due figli, che gli è valso nel 2015 l’Onorificenza di Cavaliere ufficiale dell’Ordine della Stella d’Italia conferitagli dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella per mano dell’ambasciatore italiano in Giappone Domenico Giorgi.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.