Motori: Quintarelli campione della InterProtoSeries 2018

A pochi giorni dalla conclusione delle attività 2018 nel SuperGT, Ronnie Quintarelli si è laureato campione della InterProtoSeries, categoria giapponese creata nel 2013 e che vede protagonisti i migliori piloti delle gare nazionali nipponiche uniti a gentleman driver che si avvicinano al mondo del motorsport.

A pochi giorni dalla conclusione della stagione SuperGT, Ronnie Quintarelli si è laureato campione della InterProtoSeries 2018, competizione creata dal pilota Masanori Sekiya che vede protagonisti i migliori piloti delle gare nazionali giapponesi uniti a gentleman driver che si avvicinano al mondo del motorsport. A differenza del SuperGT non c’è il cambio pilota, i gentleman e i piloti professionisti svolgono separatamente due gare a testa. Le vetture sono acquistate dai gentleman. Per i professionisti in gara ci sono anche premi in denaro. La InterProtoSeries 2018 si è disputata su 4 weekend, tutti al Fuji Speedway.

[pantheon_gallery id=”54063″][/pantheon_gallery]

Partito quarto in gara 1, Quintarelli ha passato Nakayama, terminando sul podio e trovandosi alla vigilia della manche conclusiva secondo in graduatoria alle spalle di Hirakawa. Partito al terzo posto in gara 2, si è subito lanciato all’attacco di Hirakawa, sapendo che solo superandolo avrebbe potuto conquistare il successo finale.

Ronnie Quintarelli al termine della gara ha dichiarato: “aver vinto il titolo della InterProtoSeries lottando fino alla fine con tutti i campioni del motorsport giapponese è stata una grandissima soddisfazione per me, e per tutti i tifosi che mi supportano anche in questo campionato. Dopo i titoli conquistati in Formula 3 nel 2004 e in SuperGT nel 2011, 2012, 2015 e 2016, sono orgoglioso di  aver aggiunto un’altra corona alla mia carriera vincendo l’InterProtoSeries, campionato a cui tenevo tantissimo. Questo titolo mi ha dato di nuovo la consapevolezza che non mollando mai, si riesce sempre ad uscire vincenti anche dai momenti difficili e si possono ottenere traguardi che potrebbero sembrare irraggiungibili a priori. Un grazie va al Team TOMEI SPORTS, al mio compagno di squadra Watanabe-san, ai miei sponsor e a tutti i tifosi per il supporto.”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.