Rissa in piazza Erbe, Sboarina: «Episodio isolato». Bozza: «Purtroppo no»

La rissa in piazza Erbe di venerdì sera secondo il sindaco di Verona Federico Sboarina «deve rimanere un fatto isolato, perché è il nostro salotto». Per Bozza invece: «Violenza inaudita e purtroppo non unica. Si sta registrando anche nella nostra città una crescente pericolosità».

«Non accetterò altri episodi di questo tipo» commenta il sindaco di Verona Federico Sboarina. «Deve rimanere isolato, perché è il nostro salotto e mette in difficoltà gli esercizi che insistono su quella piazza. Essendo piazza Erbe poi rappresenta l’immagine della città. L’ho rubricato alla voce “episodi isolati” e non accetterò che ce ne siano altri».

«Nessuna tolleranza per gli imbecilli che pensano a piazza Erbe come a una zona franca dove poter dar sfogo a qualsiasi istinto» aveva già detto Sboarina, dopo la violenta rissa che venerdì sera ha bloccato piazza Erbe, costringendo le forze dell’ordine all’intervento.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Sulla singolarità dell’episodio non concordano l’ex sindaco Flavio Tosi e il movimento civico Traguardi, che su questo aspetto si sono già espressi. Lo ribadisce il consigliere comunale della Lista Tosi e consigliere regionale di Forza Italia Alberto Bozza: «Violenza inaudita e purtroppo non unica. Si sta registrando anche nella nostra città una crescente pericolosità, percettibile anche da parte dai cittadini, nei quartieri limitrofi e non solo nel centro storico. Credo sia un campanello d’allarme».

LEGGI ANCHE: Rissa in piazza Erbe, Sboarina: «Non è una zona franca»

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM