Resistenza a Pubblico Ufficiale, arrestati due uomini

Ieri mattina due uomini sono stati arrestati dagli Agenti di Polizia in seguito a una violenta lite tra i due, sfociata in resistenza a Pubblico Ufficiale.

Arresto Resistenza Pubblico Ufficiale

Hanno attirato l’attenzione dei passanti che, testimoni della furiosa lite in atto, hanno chiamato la Polizia. È così che, ieri mattina, i due uomini trovati dagli agenti delle Volanti a fronteggiarsi in piazza Risorgimento si sono messi nei guai.

Entrambi sono stati raggiunti dai poliziotti intorno alle 9.30, dopo ben quattro segnalazioni giunte simultaneamente alla Centrale Operativa della Questura; e, non appena si sono resi conto della presenza degli agenti, hanno indirizzato contro di loro l’aggressività che, fino a quel momento, stavano sfogando colpendosi reciprocamente.

Leggi anche: Rifiuta di sottoporsi al controllo e aggredisce gli agenti: arrestato 31enne

L’atteggiamento litigioso, accentuato dall’evidente abuso di bevande alcoliche, è costato loro l’arresto per resistenza a Pubblico Ufficiale.

Nonostante l’evidente impossibilità di ribellarsi, tutti e due, anche nel corso del tragitto verso gli Uffici di Lungadige Galtarossa, hanno continuato a dare in escandescenze e ad insultare l’equipaggio. Allo stesso modo, una volta raggiunta la Questura, hanno tentato, invano, di impedire ai poliziotti di svolgere gli accertamenti necessari a identificarli.

A seguito delle verifiche effettuate dagli agenti delle Volanti, i due uomini – l’uno di 38, l’altro di 28 anni, entrambi gravati da precedenti – sono comparsi davanti al giudice che, nella mattinata odierna, dopo la convalida dell’arresto, ha disposto nei loro confronti la misura cautelare dell’obbligo giornaliero di presentazione alla Polizia Giudiziaria.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM