Rando sui debiti dell’Hellas: “Tosi e Bozza conoscono bene le cifre”

filippo rando piscine lido riconteggio regionali

È arrivata in serata la risposta dell’assessore allo Sport Filippo Rando sull’interrogazione avanzata dai consiglieri Flavio Tosi e Alberto Bozza in merito ai debiti accumulati dall’Hellas Verona nei confronti del comune: “Tosi sa bene a quanto ammonta il debito e ricorderà anche di non aver avviato alcun procedimento di riscossione coattiva”.

È di ieri l’interrogazione dei due consiglieri comunali Flavio Tosi e Alberto Bozza riguardo ai debiti accumulati negli anni dalla società gialloblù dell’Hellas Verona nei confronti del comune. Tosi e Bozza, in particolare, avevano accusato la giunta Sboarina di non sapere nemmeno la cifra esatta del debito.

La risposta secca dell’assessore allo Sport Filippo Rando non si è fatta aspettare e ieri sera, in un comunicato, si è rivolto direttamente ai due politici: “Volevo rassicurare il consigliere Tosi, giustamente preoccupato per il mancato introito dei canoni dello stadio dovuti dall’Hellas Verona accumulati negli anni. – scrive Rando – Come lui sa bene, fino all’anno 2016/2017 i debiti sono pari 1.478.987,44 euro. Oltre a saperlo perché si tratta della sua amministrazione, Tosi ricorderà anche di non aver avviato alcun procedimento di riscossione coattiva. – continua l’assessore – Pur non avendo trovato agli atti alcuna traccia, noi stiamo lavorando perché il Comune ottenga quanto dovuto. Come gli ho anticipato formalmente, stanno per essere completate le relative e non semplici istruttorie dovendo risalire al 2014. – conclude Rando – Non sarebbe stato più semplice chiedere al suo ex assessore Bozza a che punto aveva lasciato le carte? Faceva più alla svelta e aveva da solo la risposta”.