Piena dell’Adige passata senza danni, Verona fuori pericolo

La piena è passata ieri sera in città senza creare disagi. In mattinata è arrivata a Legnago.

Non ha creato danni la piena dell’Adige, che ieri sera è passata per Verona con il picco alle 23. Chiuse, per precauzione, le alzaie da parte della polizia locale e allertata anche la protezione civile.

Nella serata di ieri la piena è arrivata anche tra Pescantina e Bussolengo, dove sono stati chiusi i ponti fino alle 7 di stamane. In mattinata il passaggio della piena a Legnago, che ha lanciato lo stato di preallarme raccomandando ai cittadini di non transitare nella zona golenale.

Passaggio della piena a Legnago, il sopralluogo del sindaco in mattinata

Il bollettino della Protezione Civile

Il Centro funzionale decentrato della Protezione Civile del Veneto ha emesso un nuovo bollettino che decreta lo stato di attenzione nei bacini idrografici del Veneto. In particolare, il territorio regionale è interessato in queste ore dalla piena del fiume Adige: il colmo di piena è transitato alla sezione di Albaredo alle ore 8 di oggi e si prevede il transito del colmo di piena alla sezione di Boara Pisani in tarda serata.

Lo stato di criticità riguarda solamente i territori rivieraschi del fiume per la piena in corso.

Nel dettaglio, dalle 14 di oggi, venerdì 6 agosto, alla stessa ora di domani, sabato 7, è stato dichiarato lo Stato di Attenzione (allerta arancione), relativamente alla rete idraulica principale – in relazione alla piena del fiume Adige – per i seguenti bacini: Po, Fissero-Tartaro-CanalBianco e Basso Adige (RO-VR); e Basso Brenta–Bacchiglione (PD-VI-VR-VE-TV). Dichiarata l’allerta gialla per il bacino Adige-Garda e Monti Lessini (VR).

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM