Musei civici, nel weekend staccati 11 mila biglietti

Un bilancio più che positivo per una media di circa 3.500 ingressi al giorno da venerdì 13 a domenica 15 agosto. Soddisfatta l'assessore alla Cultura del Comune di Verona Francesca Briani.

Un particolare del Museo di Storia Naturale
Un particolare del Museo di Storia Naturale

Sono quasi 11 mila i biglietti staccati dai Musei civici nel weekend di Ferragosto. Numero in linea con i principali eventi e festività cittadine, quando si registra la maggior affluenza di turisti e visitatori che, oltre a visitare il centro e le bellezze della città, si recano nei principali musei e nei luoghi di cultura. E che conferma non solo il ritorno, in maniera importante, dei turisti a Verona, ma anche come le nuove misure anti covid, a cominciare dal green pass, non abbiamo inciso sugli ingressi e sulle visite già programmate o organizzate all’ultimo momento. Nemmeno il caldo africano di questi giorni ha avuto la meglio sui visitatori, che non hanno rinunciato ad entrare in Arena e nel Cortile di Giulietta. 

I più visitati

Anfiteatro e Cortile sono i siti più visitati nel fine settimana, il primo con 4.209 ingressi registrati da venerdì a domenica, il secondo con 3264. Bene anche il Museo di Castelvecchio, che nei tre giorni indicati ha staccato 1258 biglietti, più di 400 al giorno. A seguire la Galleria d’Arte Moderna, con 724 ingressi, il Museo degli Affreschi con 583, il Museo Archeologico al Teatro Romano con 546 e il Museo di Storia Naturale con poco più di 299 ingressi. Dal 6 agosto, come previsto dai provvedimenti del Governo, vi è l’obbligo del Green pass anche per accedere ai musei cittadini e ai luoghi di cultura, tra cui la Casa di Giulietta. Per tali siti, e in particolare per quelli dove è più facile il formarsi di code con persone in attesa, l’Amministrazione ha dato indicazioni affinché ci sia sempre personale preposto a sensibilizzare e informare visitatori e turisti circa le nuove regole di ingresso, al fine di evitare attese inutili magari sotto il sole. 

Le dichiarazioni dell’assessore Briani

«Numeri davvero positivi, tanto più se contestualizzati al periodo che abbiamo attraversato – commenta l’assessore alla Cultura Francesca Briani -. Questi numeri fanno tornare Verona ai flussi ante Covid, e le nuove normative di accesso non hanno fermato chi cerca i luoghi di cultura e le città d’arte. L’obbligo di esibire il Green pass infatti non ha inciso sulle visite ai musei cittadini, che nel weekend di Ferragosto registrano ingressi in linea con i periodi turisticamente più ‘caldi’ dell’anno, come le festività natalizie e i principali eventi. Un segnale del deciso ritorno dei visitatori a Verona, che trovano una città preparata ad accoglierli con numerose proposte culturali e un’organizzazione adeguata per garantire la sicurezza. Il nostro personale è formato per accogliere i turisti secondo le nuove regole di accesso e rendere il più gradevole possibile la loro permanenza in città».

L'assessore Francesca Briani
L’assessore Francesca Briani

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM