Lessinia, sicurezza e salvaguardia dell’identità architettonica

L'Ordine degli Architetti PPC della Provincia Verona sottolinea l'assoluta necessità di salvaguardare il valore esemplare del patrimonio costruito nel suo insieme dall'architettura tradizionale della Lessinia.

Baito di Malga Bagorno, BoscoChiesanuova
Baito di Malga Bagorno, BoscoChiesanuova

L’Ordine degli Architetti PPC della Provincia Verona, in relazione alle problematiche di sicurezza degli edifici rurali della Lessinia emerse a seguito del tragico incidente che ha coinvolto due bambini a Malga Preta di Sotto e alla conseguenti azioni da intraprendere, nel rimarcare l’importanza basilare di tutelare l’incolumità delle persone che vivono e frequentano questi luoghi sottolinea l’assoluta necessità di salvaguardare il valore esemplare del patrimonio costruito nel suo insieme dall’architettura tradizionale della Lessinia.

Non solo le “giassare” coinvolte nell’episodio sopra citato, ma le diverse forme di edifici isolati – baiti, casare, abitazioni, stalle – assieme agli insediamenti aggregati nelle contrade sono espressione diffusa di una vicenda esemplare, all’interno della quale non si può prescindere dall’insieme per enucleare solo alcuni singoli edifici da tutelare.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Lessinia, un patrimonio architettonico “unico”

«Il rapporto insediativo tra architettura e luoghi, espresso nel sapiente utilizzo della pietra – l’indicazione dell’Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Verona -, ha reso queste architetture di facile accesso, carattere che deve essere preservato rivolgendo le azioni necessarie ai fini dell’incolumità di eventuali visitatori verso strumenti informativi ed educativi, oltre che tramite presidi temporanei. È necessario evitare il rischio di interventi non reversibili – demolizioni o consolidamenti pesanti – mentre futuri restauri potranno essere condotti solo a partire dalla consapevolezza del valore identitario di queste architetture “anonime”».

Stalla, Masetto, Roverè (Foto: V. Pavan)
Stalla, Masetto, Roverè (Foto: V. Pavan)

Architettura in pietra, prossimamente il dossier sulla rivista ArchitettiVerona

L’insieme di questi aspetti, tra tutela e salvaguardia dell’architettura rurale e del paesaggio, strumenti normativi, criteri e strategie di restauro, progetti per una moderna architettura in pietra, saranno approfonditi in un Dossier – con i contributi degli architetti Vincenzo Pavan, Marco Cofani, Federica Guerra, Alberto Vignolo e altri  – che verrà pubblicato all’inizio del prossimo anno dalla rivista ArchitettiVerona, edita dall’Ordine Architetti PPC di Verona, e già in fase di elaborazione.

Nel numero AV di giugno 2021, l’omaggio alla Lessinia attraverso la produzione pittorica del compianto architetto Oreste Valdinoci, “storico” Segretario dell’Ordine, in cui ha ritratto scorci di contrade e malghe lessiniche.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM