Lazise: 39enne trovato in possesso di materiale pedopornografico

Un 39enne incensurato residente a Lazise è stato trovato in possesso di materiale pedopornografico. È stato arrestato dai Carabinieri.

Carabinieri lazise

Il 4 agosto scorso, i Carabinieri di Lazise hanno arrestato un trentanovenne incensurato, di origini rumene, residente a Lazise, per possesso di materiale pedopornografico.

Un titolare di un negozio di informatica aveva informato i Carabinieri che un computer consegnatogli per la riparazione conteneva numerosi video e immagini pedopornografiche.

I Carabinieri di Lazise, raggiunto immediatamente il negozio di informatica e accertata l’effettiva presenza del materiale, con immagini che ritraevano minori anche dell’apparente età compresa tra i 4 e gli 8 anni, hanno atteso l’arrivo del proprietario del pc, che lo doveva ritirare come concordato col negoziante.

LEGGI ANCHE: Ritrovato a Bovolone un trattorino rubato dal Bentegodi l’anno scorso

Una volta giunto nel negozio, l’uomo ha ammesso gli addebiti contestati dai Carabinieri, ma ignaro delle conseguenze penali, ha chiesto di andar via dopo la cancellazione dei file incriminati.

I Carabinieri di Lazise hanno invece arrestato il 39enne e informato il Pubblico Ministero di turno presso la Procura della Repubblica di Verona, il quale ha disposto che venisse condotto alla Casa Circondariale di Verona Montorio.

Nella mattinata di oggi il G.I.P. ha convalidato l’arresto dell’uomo e lo ha rimesso in libertà rinviando l’udienza ad altra data.

Il caso di specie evidenzia l’importanza di segnalare ai Carabinieri qualsiasi presenza di materiale pedopornografico online al fine di tutelare con maggiore attenzione le categorie più vulnerabili.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO ULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM