Vinitaly, inaugurato lo stand regionale. Zaia: «Edizione straordinaria»

Alle 12 il Presidente della Regione Veneto ha inaugurato lo spazio dedicato alla nostra regione all'interno di Vinitaly. Un'occasione per sottolineare le eccellenze e i numeri del Veneto in questo settore.

Zaia taglia il nastro dello stand della Regione Veneto.
Zaia taglia il nastro dello stand della Regione Veneto.
New call-to-action

«Il Veneto ed il suo vino sono davvero un patrimonio mondiale, come ben rappresentato qui a Verona. Inauguriamo un’edizione di Vinitaly con numeri da record. Il Veneto si presenta come la prima regione per esportazioni internazionali di vino, con il 36% della propria produzione, e in una classifica virtuale mondiale si posiziona subito dopo Francia, Italia, Spagna e prima di Cile e Australia. La nostra regione, da sola, esporta più di Piemonte (884 milioni di euro) e Toscana (815 milioni) messe assieme, le due regioni che seguono il Veneto nella graduatoria regionale».

Lo ha detto il Presidente della Regione del Veneto Luca Zaia in apertura della 55^ edizione di Vinitaly a Veronafiere.

«La grande sfida oggi si chiama sostenibilità, un investimento necessario per essere ancora più competitivi nei mercati internazionali – ha proseguito il Governatore -. In Veneto, le quindici varietà di vigneti resistenti sono la testimonianza che qualità e sostenibilità possono coesistere. Prendiamoli come esempio per arrivare a certificare l’intero processo e il prodotto, al fine di dimostrare l’attenzione verso il consumatore che guarda sempre con più attenzione al tema della sostenibilità. E’ un investimento nel rispetto dell’ambiente e delle nostre produzioni».

Assieme ai due Vice premier, ai Ministri dell’Agricoltura e della Cultura, il Presidente con la giunta regionale e il sindaco di Verona, ha inaugurato lo stand della Regione del Veneto. Uno spazio che ospiterà nei prossimi giorni diversi appuntamenti per far conoscere il territorio, l’enogastronomia e la cultura del vino.

«Un grazie anche al Governo, presente a Verona davvero in forze, come mai sinora nella storia del Vinitaly – conclude il Presidente -. E’ importante fare squadra per valorizzare territori, prodotti tipici e agricoltura per presentarci uniti anche in Europa».