In Veneto i richiami per Pfizer e Moderna saranno a 35 giorni

Per i prossimi vaccinati, la seconda dose di Pfizer o Moderna in Veneto sarà a 35 giorni, come da indicazioni ministeriali.

vaccino vaccini richiami Pfizer e Moderna
Una delle prime vaccinazioni anti-Covid all'Ospedale di Negrar a gennaio 2021

Cambiano le regole per i richiami Pfizer e Moderna

Gli appuntamenti per i richiami dei vaccini Pfizer e Moderna recepiscono anche in Veneto le indicazioni ministeriali. Infatti la seconda dose dei vaccini anti-Covid a mRNA, ovvero Pfizer-Biontech (Comirnaty) e Moderna, in Veneto saranno a 35 giorni dalla prima inoculazione.

Una direttiva regionale che recepisce le indicazioni del Ministero della Salute e diventa ufficiale con la circolare datata 17 maggio 2021, firmata dalla dottoressa Francesca Russo della Direzione Prevenzione, sicurezza alimentare, veterinaria della Regione Veneto.

«È opportuno programmare le agende con un intervallo indicativo di 35 giorni tra 1^ e 2^ dose. Tale programmazione consente di avere circa 7 giorni a disposizione per la riprogrammazione in caso di situazioni particolari quali controindicazioni temporanee del vaccinando, criticità organizzative dello stesso o sopravvenuti problemi logistici non preventivabili legati alla disponibilità di dosi» si legge nella circolare.

LEGGI LE ULTIME NEWS

La direttiva vale per le nuove vaccinazioni

Non ci sono cambiamenti per chi ha già fissato l’appuntamento. Infatti l’indicazione «è applicabile alle nuove vaccinazioni; per gli appuntamenti già calendarizzati, detto margine di elasticità può essere applicato solo in caso di problemi significativi».

«Per i soggetti trapiantati o affetti da patologia oncologica, rientranti nella categoria 1, si raccomanda di rispettare gli intervalli previsti» di 21 giorni per Comirnaty (Pfizer) e 28 per Moderna «anche al fine di raggiungere il prima possibile la miglior efficacia». Gli appuntamenti vengono dati dagli addetti dei centri vaccinali in occasione della prima somministrazione.

LEGGI ANCHE: Vaccino, in Veneto aperte le prenotazioni per i 40enni

Alcuni appuntamenti riprogrammati per seconda dose Moderna, ma non nell’Ulss 9

A causa di problematiche di trasporto da parte del fornitore, la consegna al Veneto di vaccino Moderna prevista inizialmente per il 15 maggio, poi spostata al 18 maggio, ha subito un ulteriore ritardo.

A causa di tale ritardo, alcuni appuntamenti per le vaccinazioni con Moderna nella settimana corrente saranno necessariamente riprogrammati. Gli interessati sono nelle Ulss 2, 7 e 8, quindi non riguarda la Ulss 9 Scaligera.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM