In Arena fino a 6mila spettatori, unica deroga in Italia

Dopo le proteste delle scorse settimane, arriva la risposta delle istituzioni. L'Arena potrà avere fino a 6mila spettatori a serata: arrivato l'ok della Regione Veneto. Il sindaco Sboarina: «L'estate a Verona senza pubblico sarebbe stata una tragedia».

appello 6mila posti in Arena di Verona

Istanza accolta, l’Arena potrà ospitare fino a 6 mila spettatori a serata. L’ok della Regione Veneto è arrivato questa mattina con una lettera che dà parere favorevole all’applicazione del protocollo straordinario di 50 pagine messo a punto mesi fa dal Comune di Verona, insieme a Fondazione Arena e Arena di Verona srl.

L’anfiteatro romano, quindi, potrà andare in deroga alle misure governative che prevedono per gli spettacoli all’aperto un massimo di mille persone. Già dal primo concerto, il tributo ad Ennio Morricone con Il Volo che si terrà il prossimo 5 giugno.

Per quanto riguarda il coprifuoco, altro tema posto dal sindaco e da Gianmarco Mazzi negli scorsi giorni, si parla già di un alleggerimento da metà o fine maggio, quindi non dovrebbe più essere un problema.

LEGGI ANCHE: Spettacoli in arena, si punta alla capienza massima

«Un unicum in Italia, ad oggi solo l’Arena è pronta a ripartire con questi numeri» ha commentato il sindaco Federico Sboarina. «Questa è una giornata indimenticabile, non solo perché abbiamo raggiunto l’obiettivo prefissato, dopo mesi di grande lavoro, ma anche perché tracciamo una nuova strada per la ripartenza degli spettacoli dal vivo. Un modello che potrà essere replicato nel nostro Paese e all’estero».

«Verona, capitale della musica, sarà anche quest’anno la città della ripartenza, nel segno dell’assoluta sicurezza del pubblico e degli artisti, grazie a norme rigorose e dettagliate. La salute della comunità, infatti, resta in ogni caso la priorità, una responsabilità per noi sindaci. Ringrazio il sottosegretario Lucia Borgonzoni, così come il presidente della Conferenza delle Regioni Massimiliano Fedriga, per la grande collaborazione. E naturalmente il Governatore Luca Zaia che è sempre stato al fianco di Verona in questa battaglia fondamentale per la nostra città» continua il sindaco.

LEGGI LE ULTIME NEWS

«L’estate senza musica dal vivo sarebbe per Verona una tragedia, grazie a questo efficace lavoro di squadra abbiamo superato tutte le salite e possiamo garantire il festival lirico, gli spettacoli extralirici e tutto l’indotto cittadino che da decenni ne trae vantaggio. La nostra battaglia è stata fondata su dati ed elementi scientifici, per questo il traguardo raggiunto è ancora più importante».

«Il 5 giugno l’Arena spalancherà i suoi cancelli per il tributo de Il Volo ad Ennio Morricone, una data che avrà tanti significati. La musica dal vivo, migliaia di persone e un tempio sacro come quello del palcoscenico areniamo che torna a rivivere, da qui tutto potrà finalmente ripartire».

LEGGI ANCHE: Il Volo in Arena con il tributo a Morricone e 6mila spettatori

Il protocollo

Il protocollo, già esaminato dal Cts e dall’Istituto Superiore di Sanità, prevede capienza a 6000 spettatori, esclusivamente con posti a sedere singoli e distanziati così suddivisi: 1196 in platea, 1554 su gradinata bassa, 3250 su gradinata alta.

Per agevolare gli ingressi del pubblico, garantire il distanziamento sociale tra le persone e evitare possibili assembramenti, 16 punti di accesso presidiati da altrettanti addetti ai servizi di controllo, con misurazione temperatura e controllo mascherine del tipo Ffp2. Prevista anche una eventuale distribuzione in caso di mancanza o smarrimento dei presidi sanitari.

Biglietti acquistabili solamente in prevendita. Previsti rigidi protocolli per le pulizie ordinarie, la sanificazione, così come la gestione di un eventuale persona sintomatica. Anche per le prove regole ferree.

Gli ingressi in scena in momenti distinti tra artisti del coro, musicisti, che entreranno divisi per sezioni, così come solisti e direttore d’orchestra. Rispetto della distanza interpersonale di almeno 1 metro e mezzo, anche durante l’accesso all’anfiteatro. Studiate anche le tempistiche per la permanenza dei lavoratori nelle aree comuni di backstage.

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM