Il Presidente Mattarella torna in Arena per il grande evento dedicato all’opera

Un altro appuntamento speciale, domani, per Verona e per l’Arena con la serata per “La Grande Opera Italiana Patrimonio dell’Umanità”. Attese le massime cariche dello Stato.

Il Presidente Mattarella in Arena per la prima dell'Opera Festival 2019
Il Presidente Mattarella in Arena per la prima dell'Opera Festival 2019

Domani sera, venerdì 7 giugno, Verona sarà in mondovisione per la serata celebrativa all’Arena di Verona “La Grande Opera Italiana Patrimonio dell’Umanità”. Ci sarà anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella insieme alle massime cariche dello Stato. Annunciata la presenza dei presidenti di Senato e Camera Ignazio La Russa e Lorenzo Fontana e della Presidente del Consiglio Giorgia Meloni. Quella di domani sarà anche l’evento inaugurale del “101° Arena di Verona Opera Festival 2024” che prende il via il giorno successivo con la Turandot di Giacomo Puccini.

Lo spettacolo è organizzato dal Ministero della Cultura, in collaborazione con la Fondazione Arena di Verona, per celebrare il Canto lirico italiano patrimonio dell’umanità e che vedrà in scena i più grandi interpreti internazionali accompagnati da una orchestra composta da 160 elementi e un coro di 300 artisti da tutte le fondazioni lirico sinfoniche italiane. Previste anche le performance di danza di Roberto Bolle e Nicoletta Manni e la conduzione di Alberto Angela, Cristiana Capotondi e Luca Zingaretti.

In occasione della speciale serata e della folta presenza di cariche istituzionali, è stato anche predisposto un piano sanitario ad hoc.

LEGGI ANCHE: Non solo Arena: il festival lirico torna nei quartieri di Verona

Il presidente della Regione Veneto Luca Zaia accoglie così il Capo dello Stato: «A meno di due settimane dalla sua ultima visita nella nostra Regione, è con immenso onore e profonda gratitudine che diamo nuovamente il benvenuto in Veneto al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il Presidente ha deciso di omaggiare l’Opera e il suo tempio veronese, sottolineando l’importanza del prestigioso riconoscimento assegnato al canto lirico italiano che ha ricevuto dall’UNESCO la designazione di “Patrimonio immateriale dell’umanità”. In questa serata speciale, da cui prende il via la centunesima edizione del Festival areniano, celebriamo non solo la bellezza della musica lirica, ma anche i valori identitari della nostra storia che essa rappresenta. Benvenuto Presidente e grazie per essere con noi in questo momento di festa, la sua partecipazione a Verona ci riempie d’orgoglio e di gioia».

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024

opera festival Sergio Mattarella
Il Presidente Mattarella in Arena con Cecilia Gasdia per la prima dell’Opera Festival 2019

«L’intervento del Presidente della Repubblica Mattarella evidenzia l’importanza culturale e storica dell’Arena di Verona – prosegue il Governatore –, un luogo iconico che da secoli è simbolo di arte, musica e tradizione. Inoltre, conferisce valore e prestigio ad una manifestazione unica che passerà alla storia, trasmessa in mondovisione e diretta dal grande maestro Riccardo Muti».

«La visita del Presidente Mattarella rafforza il nostro impegno a promuovere la cultura e a valorizzare il nostro patrimonio artistico: il Veneto è sempre più luogo a vocazione culturale negli anni impegnato a progettare e investire in proposte artistiche di rilievo. L’opera lirica, forma d’arte che combina musica, teatro, scenografia e costumi, è un’eccellenza con radici storiche profonde, connaturata all’essenza stessa della nostra storia e del nostro DNA culturale, che poi ha contagiato il mondo intero: giustamente l’UNESCO l’ha inserita nei beni immateriali del suo patrimonio. Possiamo dirci soddisfatti di questi importanti traguardi e felici del fatto che il Presidente della Repubblica torni in Veneto a ribadirlo. Oltre al Presidente Mattarella, ringrazio la Premier Giorgia Meloni, i Presidenti di Camera e Senato, Lorenzo Fontana e Ignazio La Russa e i rappresentanti del Governo di cui è stata annunciata la presenza, per il loro sostegno e per aver accettato di essere parte di questo evento straordinario che conferisce grande risonanza a Verona e all’intera Regione: a nome mio e di tutti i veneti vi diamo un caloroso benvenuto», conclude Zaia.

LEGGI ANCHE: Installato a Verona un sistema di irrigazione degli alberi con sacchi di acqua