Giornate della Didattica, firmato il Patto di collaborazione territoriale di Verona

L'obiettivo è promuovere il benessere e l’educazione delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi nel contrasto alla dispersione scolastica e alle povertà educative

Giornate della didattica Verona
Inaugurate ieri le Giornate della Didattica, al Palazzo della Gran Guardia di Verona
New call-to-action

Sono state inaugurate ieri le Giornate della Didattica in Gran Guardia. A tagliare il nastro, dando simbolicamente il via ai lavori è stata una bambina, rappresentante ideale della filosofia della manifestazione.

Durante la cerimonia d’apertura, è stato firmato il Patto di collaborazione territoriale di Verona, per promuovere il benessere e l’educazione delle bambine e dei bambini, delle ragazze e dei ragazzi nel contrasto alla dispersione scolastica e alle povertà educative.

LEGGI ANCHE: Verona attende il sorriso di Papa Francesco

I Patti Educativi di Comunità

I Patti Educativi di Comunità sono una modalità di costruzione della “comunità locale” che si assume la responsabilità di essere educante e per questo capace di prendersi cura dei percorsi educativi. Si propongono di dare attuazione a principi e valori costituzionali, di solidarietà (art. 2), rimozione di ostacoli alla partecipazione democratica (art. 3), comunanza di interessi (art. 43) e sussidiarietà orizzontale (art. 118, comma 4), per i quali tutte le componenti della Repubblica sono impegnate nell’assicurare la realizzazione dell’istruzione e dell’educazione. I Patti Educativi di Comunità si basano su un approccio partecipativo, cooperativo, solidale di tutta la società e, per questo, si configurano come strumenti per siglare alleanze territoriali tra scuole, enti locali, soggetti del terzo settore, associazioni e rappresentanti della cittadinanza attiva centrate sulla pari dignità e sul reciproco riconoscimento di tutti gli attori coinvolti.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Il Patto di Collaborazione Territoriale

Per dare applicazione ai Patti Educativi di Comunità, il Comune di Verona, l’Ufficio di Ambito Territoriale di Verona, la Diocesi di Verona, la Prefettura di Verona hanno sottoscritto il Patto di Collaborazione Territoriale finalizzato proprio a rimuovere le disuguaglianze, contrastare e prevenire i fenomeni della dispersione scolastica e della povertà educativa, e allo stesso tempo valorizzare e potenziare gli spazi e le risorse umane e materiali.

Hanno firmato il sindaco di Verona Damiano Tommasi, il prefetto Donato Cafagna, il questore Roberto Massucci, il dirigente scolastico provinciale Sebastian AmelioDon Domenico Consolini in rappresentanza del vescovo.

«Questo patto conferma che a educare i nostri ragazzi e le nostre ragazze è la comunità intera – spiega il sindaco Tommasi – e per essere comunità dobbiamo allinearci continuamente sui lavori e sulle modalità con cui vogliamo trasferire i saperi e far vivere la comunità».

LEGGI ANCHE: Parte lo sviluppo della Marangona: a breve l’accordo