Corsie preferenziali e boom di multe. IL SONDAGGIO

In ragione del boom di multe per infrazioni del codice della strada, relative all'uso delle corsie preferenziali, il comune sta studiando un modo per accorciare i tempi di ricezione dei verbali.

corsie preferenziali in Viale Piave
Corsie preferenziali in Viale Piave

Dopo il caos registrato in Fiera con l’ultima edizione di Fieracavalli, l’amministrazione ha istituito una nuova corsia preferenziale per bus e taxi proprio davanti alla fiera. Anche oggi, con la concomitanza del Mineral Show, del JOB&Orienta e del Festival della Dottrina Sociale, l’ingorgo di auto in viale del Lavoro era ben visibile. Eppure, dai numeri delle infrazioni, sembra che a molti veronesi (e non) interessi poco il fatto che le corsie preferenziali siano riservate a bus e taxi.

Per questo l’amministrazione sta studiando un modo per accorciare significativamente i tempi di ricezione delle multe: per evitare a chi infrange le regole una volta senza saperlo, di non ripetere lo stesso errore.

Al momento le notifiche dei verbali per infrazioni al Codice della Strada vengono inviate attraverso tre diverse modalità, l’App IO, la casella di posta elettronica certificata pec e con raccomandate postale. Eppure da una verifica sui data base comunali, è emerso che i veronesi che ad oggi hanno scaricato l’App IO sono circa 76 mila, a fronte dei 221 mila cittadini maggiorenni che possono usufruire del servizio, che consente di ricevere notifiche immediate di vario tipo.

Rispondi al sondaggio