Collegamento stazione-Catullo: il progetto vola a Roma

Si è svolto ieri a Roma l'incontro convocato dalla Regione Veneto con Rfi per illustrare i primi esiti dei tavoli di lavoro tecnici finalizzati allo sviluppo del collegamento su ferro tra Verona e l’Aeroporto Catullo.

Stazione-aeroporto Catullo Verona Elisa De Berti collegamento

«Sono molto soddisfatta degli esiti dell’incontro preliminare che si è tenuto questa mattina (ieri, ndr) a Roma con Rfi, i sindaci dei Comuni di Verona, Villafranca e Sommacampagna e l’amministratore delegato dell’Aeroporto Catullo. Il tavolo è stato indispensabile per avviare un confronto sullo sviluppo del collegamento ferroviario tra Verona e l’aeroporto scaligero. Gli amministratori hanno preso visione delle prime ipotesi progettuali per un’interconnessione su ferro tra il Catullo e le linee Verona-Mantova e Milano-Venezia e, conseguentemente, l’intera direttrice nazionale del Brennero, confermando la volontà di collegare l’aeroporto mediante la ferrovia».

LEGGI LE ULTIME NEWS

«Ci tengo a ribadire, sgomberando il campo dagli equivoci originatisi sugli organi di stampa qualche settimana fa, che la Regione non ha mai chiesto a Rfi di sviluppare una soluzione non ferroviaria. Pertanto, quanto dichiarato nei giorni scorsi è frutto di mera fantasia da parte di taluni che molto probabilmente non sanno come impiegare il tempo». 

Lo ha detto la Vicepresidente della Regione del Veneto e assessora alle Infrastrutture e trasporti, Elisa De Berti, a seguito dell’incontro convocato dalla Regione con Rfi per illustrare i primi esiti dei tavoli di lavoro tecnici finalizzati allo sviluppo del collegamento su ferro tra il capoluogo scaligero e l’Aeroporto di Verona, che si inserisce nel più ampio progetto di connessione con la sponda orientale del Lago di Garda. Ora Rfi aggiornerà le proprie valutazioni tecniche con gli esiti del confronto proficuo con il territorio.

LEGGI ANCHE: La Provincia di Verona aderisce all’aumento di capitale del Catullo

«Coniugare collegamenti sostenibili con turismo e attività imprenditoriali resta la nostra mission – ha precisato la Vicepresidente De Berti –. La Regione sta lavorando per lo sviluppo del territorio, che ha bisogno più che mai di interconnessione tra reti di trasporto, per una mobilità che, nel rispetto dell’ambiente, garantisca maggiore sostenibilità al trasporto su gomma e consenta lo sviluppo dell’Aeroporto quale hub dell’area centrale Padana».

Bozza: «Ora servono passi concreti»

Il consigliere regionale di Forza Italia Alberto Bozza ha affermato in merito: «Il collegamento ferroviario dell’aeroporto Catullo con la stazione di Porta Nuova è fondamentale in una città a vocazione turistica come Verona. In Regione l’anno scorso è stata approvata una mia mozione che impegna la giunta regionale ad attivarsi con Ferrovie, quindi sono soddisfatto che l’assessora regionale De Berti ieri ne abbia parlato a Roma proprio con Rfi, dando seguito all’iniziativa politica che noi di Forza Italia abbiamo portato avanti».   

Bozza ricorda che Verona non solo è città del turismo, ma «è all’incrocio dei principali corridoi infrastrutturali europei ed è capitale fieristica internazionale. Alla luce di questo, il fatto che l’aeroporto e la stazione non siano collegati è una mancanza notevole ed è ancora più grave che se ne parli da decenni ma non si sia mai andati oltre agli studi di fattibilità. Bene anche al collegamento con il Lago di Garda». 

Per questo Bozza, ritenendo positiva l’iniziativa della De Berti, auspica «che non ci si fermi alle buone intenzioni e alle fasi preliminari di discussione, ma finalmente si arrivi a breve a un progetto concreto. Verona e il suo territorio hanno bisogno di scelte chiare e non più prorogabili in termini di infrastrutture. Bisogna essere concreti e decisi sulle vere priorità e confrontarsi con tutte le parti interessate senza più logiche politiche campanilistiche». 

Alberto Bozza
Alberto Bozza

LEGGI ANCHE: Vinitaly and the City, 120 appuntamenti per il fuori salone

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!

CLICCA QUI

PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM