Cantieri filobus in via Pisano: Zavarise chiede spiegazioni, Ferrari risponde

Zavarise ha chiesto chiarimenti sulle "pressanti richieste di cittadini e circoscrizione" per anticipare il cantiere di Borgo Venezia. L’assessore Ferrari ha spiegato che la decisione è nata dallo stato di ammaloramento dell’asfalto.

Nicolò Zavarise e Tommaso Ferrari
Nicolò Zavarise e Tommaso Ferrari

Durante la seduta del consiglio comunale di Verona di questa sera, giovedì 22 febbraio, il consigliere della Lega Nicolò Zavarise ha chiesto spiegazioni sull’anticipazione dei cantieri filovia in via Pisano, in zona Borgo Venezia. I lavori inizieranno a metà marzo, mentre erano previsti nel 2025.

In particolare, Zavarise ha chiesto chiarimenti sulle “pressanti richieste di cittadini e circoscrizione” riferite dal presidente di Amt3 Giuseppe Mazza a mezzo stampa.

LEGGI ANCHE: Cantiere Città di Nimes, sottopasso pronto entro il Vinitaly

L’assessore alla Mobilità Tommaso Ferrari ha risposto: «L’anticipazione del cantiere di via Pisano nasce da dialogo tra Circoscrizione e Amt3 che, in presenza dello stato di ammaloramento del manto stradale ha ritenuto opportuno anticipare il cantiere, programmandone la realizzazione in modo frazionato».

«Una soluzione che abbiamo personalmente illustrato ai commercianti della zona sabato scorso. Crediamo che la soluzione individuata da Amt3 e l’impresa, e cioè quella di frazionare il cantiere possa diminuire i disagi alla viabilità della zona» ha aggiunto Ferrari.

Il consigliere Zavarise si è detto non soddisfatto della risposta, in quanto la decisione non sarebbe stata condivisa a sufficienza con circoscrizione e cittadini.

LEGGI ANCHE: Ztl allo Stadio, a Verona si parte con il piano definitivo

Il video del consiglio comunale

LEGGI ANCHE: Sr450 Peschiera-Affi vietata ai camion per tutta l’estate