“Wemit”, la lavatrice spaziale degli studenti del Don Bosco premiata ieri da Verona Network

premio verona network
bpe foto/ Boldrini 16.5.2019 camera del commercio verona premiazioni verona network 2019 nella foto:

Assegnato ieri sera in Camera di Commercio il Premio Verona Network 2019 agli studenti del liceo “Don Bosco”. Lo scorso aprile hanno vinto la FIRST* LEGO League World Championship di Houston con il progetto “Wemit”, una lavatrice spaziale a zero gravità e senza acqua. A Cristina Pozzi, Marco Ottocento, Flavio Pasini, Valentina Boni gli altri riconoscimenti. A Sergio Pellissier il Premio speciale alla carriera.

 

Il progetto “Wemit” è un apparato per pulire tessuti in assenza di gravità. La biancheria in dotazione alle navicelle spaziali, infatti, è limitata e non si dispone di sufficienti scorte d’acqua. L’idea è quella di utilizzare tessuti innovativi, che il macchinario può disfare per poi intrecciare di nuovo alla fine del processo di pulizia, riducendo inoltre l’impatto ambientale di abiti usa e getta, utilizzati in stabilimenti alimentari e ospedali. Un progetto straordinario che l’Associazione Verona Network ha voluto premiare con il suo più alto riconoscimento. Nelle passate edizioni sono stati premiati l’imprenditore Giuseppe Manni (2017), il regista Gaetano Morbioli (2016), il direttore di Veronafiere Giovanni Mantovani (2015) e la campionessa di sci di fondo Lucia Scardoni (2014). In passato con un altro nome dato al Premio, sono stati consegnati riconoscimenti agli imprenditori Sandro Veronesi, Giordano Veronesi e Mario Moretti Polegato.

«Per il risultato ottenuto dagli studenti coinvolti nel progetto scientifico Wemit e per la grande opportunità che la scuola ha offerto loro per esprimere talento e capacità straordinarie». Questa la motivazione che ha accompagnato la consegna del Premio Verona Network 2019 all’Istituto “Don Bosco” di Verona e alla squadra degli studenti vincitori della 20a edizione del FIRST* LEGO League World Championship di Houston. La targa è stata consegnata al preside Michele Lauriola dal sindaco di Verona Federico Sboarina.