Oggi in Gran Guardia il primo workshop sul turismo lento a scuola

Quasi 200 gli studenti che questa mattina, insieme agli insegnanti e ai rappresentanti delle istituzioni coinvolte, hanno partecipato in Gran Guardia al primo workshop sul tema della scuola come laboratorio del turismo lento. Insieme ai ragazzi dell’istituto alberghiero Angelo Berti, che dieci anni fa ebbe l’intuizione di un nuovo modo di fare scuola alla scoperta del territorio, anche gli studenti dell’istituto veronese canossiano per tecnici e grafici e della scuola salesiana San Marco di Mestre.

Il progetto nel corso degli anni è uscito dalla provincia e ha coinvolto diversi istituti del Veneto, ma anche del Friuli e dell’Emilia. L’obiettivo è di creare una rete tra scuole e istituzioni, per promuovere, nella vita di tutti i giorni, il ‘lentamente’, l’unico ritmo che favorisce la riflessione e permette di assaporare il mondo.

L’assessore alle Politiche giovanili Francesca Briani ha sottolineato quanto “l’amministrazione sia impegnata per promuovere il turismo lento a Verona. Un modo diverso di approcciarsi a luoghi che si visitano e in cui si vive, per godere della città attraverso prospettive alternative ai classici percorsi turistici. Non è per forza necessario un grande evento o una mostra per apprezzare Verona – ha detto l’assessore -. La nostra città è così ricca di specificità e bellezze artistiche e culturali che non serve altro che visitarla, meglio se a ritmo lento”

Quindi la parola alle scuole, con le esperienze di chi ha provato a fare la guida per un giorno, a navigare l’Adige in canoa o a creare nuovi percorsi turistici. Nel pomeriggio invece, spazio ai workshop, con oltre venti delegazioni di scuole superiori del Triveneto e di Pistoia. Quattro gli argomenti chiave: l’alternanza scuola-lavoro e la professionalizzazione, le buone pratiche nelle scuole, il turismo lento e gli scambi con l’estero e le filosofie di viaggio.

La giornata è promossa dall’assessorato alle Politiche giovanili del Comune e organizzata dall’Istituto professionale per l’enogastronomia e l’ospitalità alberghiera “Angelo Berti” di Verona, in collaborazione con la Romea Strata dell’Ufficio Pellegrinaggi della Diocesi di Vicenza, il Vicariato alla Cultura della Diocesi di Verona, l’Istituto “Stringher” di Udine, con il patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Verona e del Dipartimento di Economia aziendale dell’Università scaligera.