Da 90 anni al fianco dei propri iscritti, il Collegio Geometri e Geometri laureati della provincia di Verona ha avuto anche nel 2019 un’intensa attività. Al centro la grande sinergia di categoria che permette di rimanere protagonisti anche dei tempi più moderni. 

«Fattore determinante – racconta Fiorenzo Furlani, presidente del Collegio Geometri – è stato insistere fortemente sulla formazione, punto chiave del mio mandato fin dal mio insediamento nel 2018. Una formazione indispensabile per stare al passo con i tempi, con normative che cambiano frequentemente e tecnologie sempre nuove. Ognuno deve conoscere bene la propria attività ma contemporaneamente avere una panoramica a 360° del mestiere per offrire al cittadino un prodotto sempre di qualità. Professionalità e competenza le priorità per chi fa il nostro mestiere». 

Alla formazione individue si è aggiunta, negli, la consapevolezza dell’indispensabile investimento da fare nell’ambito scolastico, per far scoprire e diffondere la professione. 

«Da anni abbiamo all’interno del collegio una commissione scuola – racconta Furlani –, andiamo negli istituti per far conoscere questa possibilità di mestiere, la realtà del nostro lavoro. Solo così i giovani possono comprendere cosa significa essere geometra. I dati ci stanno dando ragione: negli ultimi due anni le pre-adesioni, almeno nella provincia di Verona, mostrano un raddoppio nei numeri. A livello generale, il mondo delle professioni tecniche si sta riscoprendo e sempre maggior richiesta ci viene anche dalle aziende di costruzioni che riconosco il bisogno di una figura come la nostra. A noi il compito di dare qualità e per questo la necessità di un continuo aggiornamento».  

Una figura radicata nel territorio, anche a servizio della cittadinanza. Guarda in questa direzione un nuovo progetto che il presidente Furlani spera di poter inaugurare entro la fine dell’anno. 

«Per il 2020 vorremmo creare degli sportelli dove, con la nostra professionalità, possiamo portare aiuto per tutte le problematiche ordinarie che un cittadino può avere. Ho delle richieste da parte delle amministrazioni, perché un supporto gratuito come quello che andremo ad offrire servirà anche ad aiutare gli uffici tecnici dei comuni spesso ad organico ridotto. Un grande progetto che richiede l’adesione di molti colleghi, ma che sta raccogliendo un buon riscontro». 

Altro nodo centrale che guiderà il 2020 del Collegio dei Geometri è una ferma deontologia professionale. «Mi batto sempre con i miei colleghi – conclude Furlani – affinché il nostro lavoro venga sempre svolto nella correttezza e nella legalità, adempiendo agli obblighi delle normative avendo rispetto dei cittadini e dei colleghi. Al di là della professionalità e delle competenze, io tengo molto anche alla condivisione a beneficio della collettività: sono questi i valori radicati nel nostro collegio da 90 anni e questa la direzione verso cui continuare a lavorare».