A Verona 106 studenti alla Giornata Nazionale delle PMI

Resilienza e contraffazione sono stati i focus degli eventi del PMI DAY 2020 durante i quali si è spiegato ai ragazzi che la chiave per realizzarsi e resistere alle avversità è saper affrontare e reagire al cambiamento.

L’annuncio stamane durante la conferenza di presentazione dell’evento sulla tecnologia e sull’innovazione che si terrà giovedì 18 maggio presso l’Ordine degli Ingegneri. 5mila euro complessivi messi dall’Associazione, destinati a tre studenti di universitari di Informatica ed Economia e Commercio dell’ateneo scaligero. Lo scopo è quello di presentare ad ottobre uno studio di fattibilità veronese del progetto lombardo “E015” .

Si è tenuta in questi giorni l’undicesima edizione della Giornata Nazionale delle PMI, organizzata da Piccola Industria Confindustria in collaborazione con le associazioni del Sistema. Resilienza e contraffazione sono stati i focus degli eventi del PMI DAY 2020 durante i quali si è spiegato ai ragazzi che la chiave per realizzarsi e resistere alle avversità è saper affrontare e reagire al cambiamento.

A Verona l’appuntamento ha coinvolto 106 ragazzi di sette classi terze della Scuola Secondaria di Primo Grado dell’Istituto comprensivo di Bosco Chiesanuova che hanno potuto assistere in diretta a una visita virtuale dell’azienda Alteco s.r.l.

Attraverso un percorso lungo il flusso della produzione dall’inserimento dell’ordine alla spedizione del prodotto, i ragazzi hanno ascoltato dalla viva voce dei protagonisti quali siano le caratteristiche delle diverse funzioni aziendali, le attitudini e competenze necessarie per poter svolgere al meglio i diversi compiti.

Leggi anche: Settimana Veronese della Finanza, Scolari: «Bisogna tenere viva la PMI»

«Questa giornata rappresenta l’occasione per aprire le nostre porte ai ragazzi delle scuole secondarie di primo grado e aiutarli nel loro percorso di orientamento verso gli studi superiori – ha spiegato Matteo Albrigi, presidente del Gruppo Piccola Industria di Confindustria Verona e amministratore di Alteco -. Oltre ai profili professionali ci dà anche modo di mettere in luce quale sia il ruolo dell’imprenditore che deve garantire non solo che tutto funzioni al meglio ma soprattutto che la propria azienda sia un luogo dove le persone stiano bene e possano realizzare al meglio le proprie ambizioni e attitudini».

Dall’ufficio commerciale fino al laboratorio di collaudo e alla logistica, passando per la progettazione e l’amministrazione i dipendenti e collaboratori hanno raccontato il proprio percorso di studi e professionale mettendo in luce quali siano stati gli ostacoli ma anche le soddisfazioni che il lavoro ha portato loro.

LEGGI LE ALTRE NEWS DI ECONOMIA