Alla Civica le opere vincitrici del Premio UVA

Sala gremita per la premiazione del Premio UVA (Università di Verona per l’Arte) arrivato alla terza edizione dopo dodici anni di fermo. Nella sala Farinati della Biblioteca Civica molti i giovani universitari che non hanno voluto mancare all’appuntamento.

Tra i presenti anche l’assessore comunale alla cultura Francesca Briani che ha sottolineato l’importanza della fotografia come «espressione contemporanea che attraversa più generazioni», il presidente della camera di commercio Giuseppe Riello che ha definito la mostra come «una piccola rinascita per sviluppare la cultura, fondamentale in una città come Verona e per il nostro mondo» e l’ex direttore del dipartimento di culture e civiltà Gian Paolo Romagnani che ha ricordato la valenza internazionale di questa edizione e i due fotografi ai quali è dedicata: Mauro Fiorese e Ren Hang, recentemente scomparsi.

Il professore Roberto Pasini con l’assessore Francesca Briani davanti ad alcune opereAl termine, ha preso la parola il direttore artistico Roberto Pasini, docente di storia dell’arte contemporanea nell’ateneo scaligero e ideatore delle passate edizioni del 2004 e 2006, che ha percorso brevemente il ruolo della fotografia nell’arte contemporanea evidenziando come sia rimasta una distinzione tra artisti che producono fotografie e fotografi. Anche se, ammette, «il fatto che l’esposizione sia dedicata a Fiorese e ad Hang dimostra che lo spartiacque è sempre più sottile». Dopo la veloce consegna degli attestati di merito, la cerimonia è proseguita con la visita alle opere esposte nella protomoteca dove saranno visibili fino al 4 dicembre.

I vincitori

Sezione Arte Senior

Marco Bertin, Giovanni Scotti, Anuschka Prossliner, Alice Pedroletti

Sezione Arte Beginner

Mattia Allegro, Giulia Bonafini

Sezione Fotografia Senior

Paolo Gotti, Lorenzo Linthout, Domenico Secondulfo, Franco Sortini

Sezione Fotografia Beginner

Enrico Celesti, Andrea Righetto

Il pubblico durante la premiazione in Sala Farinati