Non ha usato mezze misure l’assessore alla Sicurezza Daniele Polato, per condannare gli spacciatori, i cosiddetti venditori di morte, che sono stati arrestati nell’ultimo periodo a Verona. L’ultimo grave episodio è avvenuto venerdì scorso e si è concluso con l’arresto di un pusher di Borgo Venezia che spacciava principalmente a minorenni.

A lasciare senza parole, in particolare, un minorenne che durante il blitz ha tentato di aggredire un agente, il commissario Massimo Pennella.

«È inaccettabile che un minore si permetta di aprire una lite con un funzionario di polizia – ha spiegato Polato – Noi saremo sempre più duri. Il messaggio è “venditori di morte, battaglia continua” e ovviamente un rispetto nei confronti delle divise».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.